[1]
F. Pennacchio, «“Potrei scriverlo tutto in seconda persona”. "Se una notte d’inverno un viaggiatore" come you-narrative», ENTHYMEMA, n. 26, pagg. 68–83, dic. 2020.