In copertina: Livorno, Biblioteca Labronica “F.D. Guerrazzi”, Fondo Foscolo, vol. XXVIII, c. 140r
Contributi individuali

Foscolo e il rovescio del sublime: la via italiana allo "humor" romantico

Gustavo Costa

Abstract


In questo saggio l'autore discute la differenza fra il sublime retorico italiano e il sublime etico-politico che si sviluppò in Inghilterra e Germania, paesi gelosi della loro indipendenza dalla Chiesa di Roma. L'ironia romantica del periodo della Restaurazione rappresenta il rovescio del sublime; in Italia essa trovò espressione emblematica prima nella Vita di Alfieri e poi nelle incompiute Lettere scritte dall'Inghilterra o Gazzettino del Bel Mondo, in cui Foscolo esprime le proprie opinioni sull'esilio, sulla noia (e sulla sua genealogia) e sugli autori di moda (che non rispondono alle esigenze dello schema dello Pseudo-Longino). Nell'ultima parte del saggio l'autore discute anche il Saggio sulla letteratura contemporanea in Italia di Foscolo, considerato "chiave" delle Lettere scritte dall'Inghilterra.

Parole chiave

sublime retorico; sublime etico-politico; Pseudo-Longino; Lettere scritte dall’Inghilterra; esilio

Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.13130/quadernidigargnano-01-13

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International License.