N. 1 (2017): Foscolo critico
Volume completo

Foscolo critico (Gargnano del Garda, 24-26 settembre 2012)

Claudia Berra
Università degli Studi di Milano
Paolo Borsa
Università degli Studi di Milano
Giulia Ravera
Università degli Studi di Milano
Giovanni Biancardi
Il Muro di Tessa
Arnaldo Bruni
Università degli Studi di Firenze
Andrea Campana
Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Massimo Castellozzi
Università degli Studi di Bergamo
Gustavo Costa
University of California, Berkeley
Alfredo Cottignoli
Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Christian Del Vento
Université Sorbonne Nouvelle - Paris 3
Sandro Gentili
Università degli Studi di Perugia
Ilaria Mangiavacchi
Università degli Studi di Firenze
Donatella Martinelli
Università degli Studi di Parma
Giuseppe Natale
University of Nevada, Las Vegas
Enzo Neppi
Université Grenoble Alpes
Matteo Palumbo
Università degli Studi di Napoli "Federico II"
Elena Parrini Cantini
Università degli Studi di Firenze
Chiara Piola Caselli
Università degli Studi di Perugia
Alessandro Boggiani
Università degli Studi di Milano
In copertina: Livorno, Biblioteca Labronica “F.D. Guerrazzi”, Fondo Foscolo, vol. XXVIII, c. 140r
Pubblicato December 7, 2017
Parole chiave
  • Ugo Foscolo,
  • Gargnano del Garda,
  • Gennaro Barbarisi,
  • letteratura italiana,
  • Italian literature,
  • filologia italiana,
  • Italian philology,
  • critica letteraria,
  • literary criticism,
  • open access
  • ...Più
    Meno

Abstract

"Il presente volume dedicato al Foscolo critico costituisce la prima pubblicazione della nuova serie dei 'Quaderni di Gargnano', progettati e realizzati per accogliere gli Atti dei Convegni internazionali di Letteratura italiana che, grazie al patrocinio del Dipartimento di Studi letterari filologici e linguistici, si tengono ogni due anni nella località gardesana presso la sede di Palazzo Feltrinelli dell'Università degli Studi di Milano. I Convegni di Gargnano, la cui storia inizia nel 1996 con le tre giornate di studio Per Giovanni Della Casa, sono ora intitolati alla memoria del loro ideatore e principale animatore, Gennaro Barbarisi, grazie al quale essi sono subito divenuti appuntamenti attesi dalla comunità scientifica degli italianisti e occasione di incontro tra studiosi di riconosciuto valore e prestigio nel panorama internazionale." [dall'Introduzione]