Saggi

Callimaco, il «Fedone» e la scuola filosofica cirenaica nell’epigramma per Cleombroto (Call. 23 Wil.)

Marco Pelucchi

Abstract


Muovendo dall’epigramma per Cleombroto (AP 7,471 = 23 Wil. = 53 G.-P.), l’articolo si propone di rivalutare la posizione di Callimaco rispetto a un autentico interesse per la filosofia. Contro le interpretazioni più recenti, che hanno letto l’epigramma alla luce di una polemica innanzitutto “metacomunicativa”, si cerca di mostrare come l’intento ironico dei versi possa essere compreso pienamente solo ammettendo una simpatia di Callimaco per la scuola cirenaica. L’epigramma sembra dunque presupporre una critica alle tesi sostenute nel Fedone, in effetti incompatibili con le dottrine dei Cirenaici, che non dovevano condividere la lettura platonica dell’insegnamento di Socrate, almeno per come questa emerge nel dialogo. È così possibile riconoscere la pointe dell’epigramma nell’intenzione di mostrare le tensioni interne al Fedone, specificamente in merito alla questione del suicidio.

Full Text

PDF


NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aunimi-19923

DOI: https://doi.org/10.13130/2282-0035/7949

Metriche dell'articolo

Caricamento metriche ...

Metrics powered by PLOS ALM

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


ACME - Annali della Facoltà di Studi Umanistici dell'Università degli Studi di Milano

ISSN: 0001-494X

eISSN: 2282-0035


Edizione a stampa a cura di Ledizioni

 

 

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.