Translating Calvino, Calvino Translated, Calvino Translator

Autori

  • Giorgio Alberti Dartmouth College

DOI:

https://doi.org/10.13130/2282-0035/10526

Abstract

In questo saggio viene analizzato il rapporto di Italo Calvino con il processo di traduzione rispetto al timing della pubblicazione internazionale delle proprie opere a partire dalla fine degli anni sessanta, cioè in un momento in cui le opere di questo autore ricevono un progressivo riconoscimento internazionale, e in cui simultaneamente Calvino è sempre più interessato al dibattito teorico riguardante la traduzione. Si presentano qui anche alcuni aspetti della relazione di Calvino con William Weaver, il più rappresentativo traduttore americano di letteratura italiana moderna e contemporanea, e figura che ha avuto un ruolo decisivo nella ricezione di questo autore sia negli Stati Uniti che internazionalmente, vista la posizione dominante del mercato letterario americano dal secondo dopoguerra. Infine, propone un’analisi della complessa mediazione culturale di Calvino traduttore de I fiori blu di Raymond Queneau; in questa traduzione, Calvino sceglie una riscrittura creativa del romanzo di Queneau, considerando questo il miglior modo per esser fedeli a un romanzo davvero sperimentale.

##submission.downloads##

Pubblicato

2018-08-01

Fascicolo

Sezione

Alla periferia del modernismo. Alcune considerazioni