La controversia teatrale. Il debutto di Kanata di Robert Lepage/Théâtre du soleil

Autori

  • Anna Maria Monteverdi Università degli Studi di Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/2282-0035/13220

Abstract

Kanata che significa villaggio nella lingua degli indiani d’America, è il titolo dello spettacolo del franco-canadese Robert Lepage che ha debuttato a Parigi il 15 dicembre 2018. La controversia che aveva accompagnato lo spettacolo sui Nativi o Prime Nazioni, sin dall’estate, riguardava la rappresentatività del Teatro a parlare a nome di una minoranza che ha subito durante i 500 anni di colonialismo, un vero genocidio. I rappresentanti delle Prime Nazioni hanno cercato di impedire lo svolgimento dello spettacolo, chiedendo di inserire veri indiani per dare “realtà”, consistenza e verità alla parola teatrale. Al rifiuto del regista è seguito un dibattito mediatico che metteva in discussione il concetto di impersonificazione. Dal tema della “crisi della presenza” di Ernesto De Martino al “panico del Dasein totale” di Hito Steyerl, nel saggio si è cercato di riflettere sul valore attuale di “maschera teatrale”.

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-03-31

Fascicolo

Sezione

Saggi