Un re smarrito nel labirinto del proprio palazzo. Sulla figura di Penteo nelle «Baccanti» di Hofmannsthal

Autori

  • Gherardo Ugolini Università degli Studi di Verona

DOI:

https://doi.org/10.13130/2282-0035/7944

Abstract

Del progettato dramma sul tema “Baccanti” al quale Hugo von Hofmannsthal lavorò dal 1892 al 1918 sono rimaste solamente una trentina di annotazioni relative alla caratterizzazione dei personaggi, allo sviluppo della trama e ai dettagli scenografici. Da quanto è possibile ricostruire il protagonista della tragedia era il re Penteo, e la sua parabola distruttiva fino alla morte violenta nel rito sacrificale dello sparagmòs dionisiaco – doveva assumere un valore simbolicamente paradigmatico. Penteo è caratterizzato come un convinto razionalista, assertore dell’indivisibilità dell’io individuale, e al tempo stesso come sovrano insicuro e nevrotico che si illude di dominare la realtà, mentre finisce con il perdersi nella struttura labirintica del proprio palazzo.

##submission.downloads##

Pubblicato

2016-12-22

Fascicolo

Sezione

Lo specchio magico. Hofmannsthal e la Grecia