La scena dell’atto II.2 di «Aida» nell’allestimento scaligero del 1872 secondo Quinto Cenni, la disposizione scenica e il bozzetto di Girolamo Magnani

Autori

DOI:

https://doi.org/10.13130/2282-0035/7951

Abstract

Oggetto di questo contributo è il primo allestimento italiano dell’Aida di Giuseppe Verdi (Teatro alla Scala, febbraio 1872). Ho selezionato un unico episodio dell’opera, l’atto II.2, la celebre scena del trionfo, per analizzare il modo in cui ci è stata tramandata dalle fonti, concentrandomi su tre testimonianze di natura visiva: due ben note – trattandosi del tipo di documenti generalmente utilizzati per lo studio delle messinscene storiche – che sono il bozzetto corrispondente di Girolamo Magnani e la disposizione scenica dell’opera redatta da Giulio Ricordi; la terza, mai studiata, è un’incisione di Quinto Cenni – Atto II, Scena II, dell’Opera «Aida» – pubblicata sul settimanale «Emporio pittoresco - Illustrazione universale» mentre le recite dell’opera erano ancora in corso. Attraverso queste tre fonti, mi concentrerò sull’analisi delle modalità e varianti con cui lo stesso identico evento è stato testualizzato, affrontando il problema della loro affidabilità, dal punto di vista di un ipotetico tentativo di ricostruzione della messinscena originale.

##submission.downloads##

Pubblicato

2016-12-22

Fascicolo

Sezione

Saggi