Tendenze interpuntorie in giovani narratori

Autori

  • Silvia Spinelli Università degli Studi di Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/2282-0035/7953

Abstract

Il saggio si concentra sull’analisi dei fenomeni interpuntori all’interno di alcuni romanzi scritti da giovani autori italiani e pubblicati dopo l’anno duemila: 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire, di Melissa P. (2003), La ragazza dei miei sogni di Roberto Dimitri (2007), La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano (2008), La Panzanella di Giulia Villoresi (2009), Acciaio di Silvia Avallone (2010) e Troppa umana speranza di Alessandro Mari (2011). L’analisi comparata dei romanzi sotto il profilo interpuntorio consente di mettere in luce alcuni aspetti interessanti: da un lato, la vicinanza con altre forme di scrittura (prevalentemente giornalistica) attraverso l’impiego prevalente di punto fermo e virgola; dall’altro, la buona tenuta di alcuni elementi interpuntori caduti in disuso altrove ma qui ampiamente presenti, come il punto e virgola. Risulta, infine, ancora più interessante notare come tali utilizzi siano trasversali e riguardino l’intero corpus: non vi sono, infatti, distinzioni legate ai sottogeneri di appartenenza dei romanzi.

##submission.downloads##

Pubblicato

2016-12-22

Fascicolo

Sezione

Saggi