COVID-19: una prospettiva medica

Autori

  • Pietro Bagnoli Istituto Clinico Città Studi SpA Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/2531-6710/16091

Parole chiave:

Key words: Pandemic - danger - medical care - Covid-19

Abstract

Riassunto
A distanza di oltre un secolo dall’ultima grande pandemia mondiale, quella da Covid-19 non è stata vissuta dal mondo occidentale in modo adeguato: come un problema di portata globale. Perchè preoccuparsi se la Cina è lontana migliaia di chilometri e la maggior parte degli europei non ha mai neppure sentito nominare la città Wuhan ? E' bastato poco tempo per ricredersi e fare i conti con la più insidiosa e pericolosa tra le pandemie mondiali come ben descrive nelle sue diverse implicazioni mediche e sfaccettature un testimone diretto degli eventi, un professionista sanitario responsabile di reparto di un'importante realtà sanitaria italiana trasformata in ospedale-Covid. Non ci libereremo né presto, né facilmente di questo virus con il quale, nella migliore delle ipotesi, dovremo abituarci a convivere per moltissimo tempo. Una adeguata campagna vaccinale mondiale forse riuscirà a risolvere il problema, ma occorrerà un'adesione su base volontaria senza esitazione alcuna.

Biografia autore

Pietro Bagnoli, Istituto Clinico Città Studi SpA Milano

Pietro Bagnoli, medico, Responsabile Unità Operativa Chirurgia Generale e di Urgenza presso Istituto Clinico Città Studi SpA Milano

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-08-04