Parola per parola, l’atto poetico

  • Flavio Ermini
Parole chiave: esilio, indocilità, erranza, ricominciamento, dolore

Abstract

La nostra epoca è superficiale e vana, senza spessore né profondità; cristallizzata com’è nei concetti della scienza e della tecnica. È necessario pensare a un ricominciamento suscitato dall’essere, per inaugurare alfine una sovversione del pensiero. Un ricominciamento? E come? Come pretende la parola poetica, va fatto sì che le stelle – tutte – vengano lasciate al cielo e ai nomi che solo il cielo può loro attribuire. Solo così sarà possibile testimoniare lo spostamento della questione dell’essere dal piano dell’esistente a quello dell’essere stesso; uno spostamento che ci dispone a sottrarci all’esilio e a dimorare ai confini inesplorati della lingua.

Pubblicato
2019-12-16
Come citare
ErminiF. (2019). Parola per parola, l’atto poetico. ENTHYMEMA, (24), 399-411. https://doi.org/10.13130/2037-2426/12595
Fascicolo
Sezione
Poesia e psicoanalisi – A cura di M. Bonazzi, F.A. Clerici e R. Maletta