Materiali per un reading environment ne La visione a distanza di Alessandro De Francesco

  • Marilina Ciaco
Parole chiave: Alessandro De Francesco, poesia e ricerca, intermedialità, installazione, performance

Abstract

Questo lavoro propone un’ipotesi di lettura di La visione a distanza di Alessandro De Francesco (Arcipelago Itaca, 2018) e, partendo da questa, intende suggerire degli spunti di riflessione teorici intorno ad alcune pratiche testuali sviluppatesi all’interno della poesia contemporanea degli ultimi decenni, in particolare nell’alveo della cosiddetta ‘poesia di ricerca’. Nell’ultima raccolta di De Francesco, che ospita inediti insieme a testi già pubblicati in precedenza, il dato più significativo è l’alto grado di complessità stilistica e grafica che determina sostanziali differenze fra una sezione e l’altra come pure, d’altra parte, il delinearsi di una traccia comune che colloca i testi in una dimensione non esclusivamente verbale, rendendoli parte di una fenomenologia estetica che travalica il dominio del letterario per sconfinare nel campo delle arti installative e performative.

Pubblicato
2020-06-21
Come citare
CiacoM. (2020). Materiali per un reading environment ne La visione a distanza di Alessandro De Francesco. ENTHYMEMA, (25), 504-518. https://doi.org/10.13130/2037-2426/13694
Fascicolo
Sezione
La poesia contemporanea italiana: ipotesi di metodo e indagini storiografiche