«Cose vaghe come i sentimenti, come il senso della vita». L’antidoto del Lettore

Autori

  • Isotta Piazza Università degli Studi di Parma

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-2426/14870

Parole chiave:

personaggi lettori, Se una notte d’inverno un viaggiatore, Italo Calvino

Abstract

L’articolo propone un itinerario attraverso i tanti personaggi lettori disseminati nell’opera narrativa di Italo Calvino per approdare infine al Lettore protagonista del Se una notte d’inverno un viaggiatore. Se da questo confronto è possibile dedurre il riemergere nel Viaggiatore dell’esigenza, prioritaria nella prima stagione, di una correlazione tra mondo scrittoe mondo non scritto, i termini di questo nesso sarebbero, tuttavia, ormai del tutto sbilanciati a favore del mondo scritto, ultimo baluardo contro quelle «cose vaghe come i sentimenti, come il senso della vita» che inficiano la leggibilità del mondo reale.

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-12-27

Come citare

Piazza, I. (2020). «Cose vaghe come i sentimenti, come il senso della vita». L’antidoto del Lettore. ENTHYMEMA, (26), 42–55. https://doi.org/10.13130/2037-2426/14870

Fascicolo

Sezione

"Se una notte d’inverno un viaggiatore" quarant’anni dopo