Michel de Montaigne. Per una lettura degli Essais

Autori

  • Giovanni Bottiroli Università degli Studi di Bergamo

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-2426/2718

Parole chiave:

Montaigne, Essais, forma, correlativi, flessibilità

Abstract

Si riflette sullo stile di pensiero degli Essais, in cui, come afferma lo stesso Montaigne «vi è gran libertà di parlare in ogni senso, e pro e contro». Si rileva la capacità del pensatore di conferire un nuovo significato a termini tradizionali, recuperati in accezioni inedite. Emerge per esempio una nozione di forma che sa includere il molteplice senza irrigidirlo nell‟Uno. Ciò che Montaigne ri-fiuta è la concezione tradizionale di forma come essenza rigida, come insieme di tratti o di proprietà; l‟identità del soggetto umano – l‟ humaine condition – è invece una condizione flessibile, cioè aperta a destini divergenti. Il pensiero di Montaigne si può interpretare dunque come un pensiero della flessibilità.

##submission.downloads##

Pubblicato

2012-12-26

Come citare

Bottiroli, G. (2012). Michel de Montaigne. Per una lettura degli Essais. ENTHYMEMA, (7), 26–30. https://doi.org/10.13130/2037-2426/2718

Fascicolo

Sezione

Saggi