Essere o non essere SMOG. Diventare la più giovane società di geni e deflorare il realismo socialista?

Autori

  • Alexandre Urussov Università l’Orientale di Napoli

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-2426/4950

Parole chiave:

Samizdat, SMOG, L. Gubanov, V. Batšev, URSS, KGB

Abstract

In questo articolo Alexandre Urussov (Aleksandr o Alexander, a seconda delle diverse traslitte- razioni) ricorda la propria partecipazione all’associazione giovanile underground SMOG in URSS nel 1965. Al tempo giovane scrittore moscovita, Alexandre Urussov prese parte ad alcune mani- festazioni organizzate da SMOG e pubblicò il racconto Il grido delle formiche lontane nella rivista samizdat Sfinsky. Il racconto è stato tradotto in varie lingue e pubblicato nel Regno Unito, in Italia, Germania, Francia, Canada e Islanda. L’autore spiega qui le dinamiche di alcuni processi culturali nell’URSS di quei tempi, le caratteristiche distintive del Samizdat letterario degli scrittori SMOG e gli atti di repressione delle autorità sovietiche contro gli scrittori dissidenti. 

##submission.downloads##

Pubblicato

2015-07-01

Come citare

Urussov, A. (2015). Essere o non essere SMOG. Diventare la più giovane società di geni e deflorare il realismo socialista?. ENTHYMEMA, (12), 135–154. https://doi.org/10.13130/2037-2426/4950

Fascicolo

Sezione

Testimonianze