Memorie di famiglia. Un genere ibrido del romanzo contemporaneo

  • Elisabetta Abignente Università degli Studi di Napoli Federico II
Parole chiave: Memorie di famiglia, Lessico famigliare, narratore-testimone, verità/finzione, interazioni discorsive a tavola, Family memoirs, Family sayings, witness narrator, truth/fiction, dinner talks

Abstract

L’articolo si propone di definire un genere ibrido del romanzo novecentesco e contemporaneo che si pone al confine tra la saga familiare e le molteplici forme di scrittura del sé. Si tratta delle ‘memorie di famiglia’, o romanzi familiari di stampo autobiografico, intese come narrazioni delle vicende di una famiglia filtrate attraverso il punto di vista di uno dei suoi membri. Un romanzo che si pone come una sorta di modello in tal senso è Lessico famigliare (1963) di Natalia Ginzburg, qui posto a confronto con un corpus ristretto di testi che ne condividono alcune caratteristiche contenutistiche e formali: Le Labyrinthe du monde (1974-88) di Marguerite Yourcenar, Harmonia Caelestis (2000) di Péter Estrházy, e Die Box. Dunkelkammergeschichten (2008) di Günter Grass, Les Années (2008) di Annie Ernaux. Un’attenzione particolare verrà rivolta a una precisa porzione testuale: si tratta della scena della famiglia riunita a tavola. Il rituale del pasto domestico, quotidiano o festivo, si presenta come significativo terreno di incontro e di scontro tra le generazioni e come momento privilegiato della vita comunitaria nel quale ogni lessico familiare prende forma.

 

The paper aims to define a hybrid genre of twentieth and twenty-first century novel that lie on the border between the family saga novel and the various forms of writing of the Self. This is the ‘family memoir’, or ‘autobiographical family novel’, i.e. a family story filtered by the point of view of one of its members. A novel that may be considered as a model in this sense is Natalia Ginzburg’s Lessico famigliare (1963), that is compared here with a small corpus of texts sharing whit it some thematic and formal characteristics: Marguerite Yourcenar’s Le Labyrinthe du monde (1974-88), Péter Esterházy’s Harmonia Caelestis (2000), Günter Grass’ Die Box. Dunkelkammergeschichten (2008), Annie Ernaux’s Les Années (2008). Particular attention will be given to a specific scene: the family dinner. The ritual of everyday and festive family meals represents a meaningful common ground of interaction and contrasts between generations and as the specific moment of community life when ‘family sayings’ take shape.

Riferimenti bibliografici

Albertazzi, Silvia. Il nulla, quasi. Foto di famiglia e istantanee amatoriali nella letteratura contemporanea. Firenze: Le Lettere, 2010. Stampa.

Assmann, Aleida. Ricordare. Forme e mutamenti della memoria culturale. Trad. Simona Paparelli. Bologna: Il Mulino, 2002. Stampa.

Battistini, Andrea. Lo specchio di Dedalo. Autobiografia e biografia. Bologna: Il Mulino, 1990. Stampa.

Brugnolo, Stefano, ed. Il ricordo d’infanzia nelle letterature del Novecento. Pisa: Pacini, 2012. Stampa.

Calabrese, Stefano. “Cicli, genealogie e altre forme di romanzo totale nel XIX secolo”. Il romanzo. Ed. Franco Moretti. IV. Torino: Einaudi 2003. 611-40. Stampa.

De Carolis, ed. La biografia. Roma: Bulzoni 2008. Stampa.

Dell, Kerstin. The Family Novel in North America from Post-War to Post-Millennium. A Study in Genre. Saarbrücken: VDM Verlag, 2007. Stampa.

Dosse, François. Le Pari biographique. Écrire une vie. Paris: La Découverte, 2005. Stampa.

D’Intino, Franco. “I paradossi dell’autobiografia”. Scrivere la propria vita. L’autobiografia come problema critico e teorico. Rino Caputo e Matteo Monaco, eds. Roma: Bulzoni, 1997. Stampa.

Ginzburg, Natalia. Lessico famigliare. 1963. Opere. Raccolte e ordinate dall’autore. I. Prefazione di Cesare Garboli. Milano: Mondadori, 1986. Stampa.

Ginzburg, Natalia. “Raccontare il vero”. Successo, maggio 1963. Cit. in Scarpa, Domenico. “Cronistoria di Lessico Famigliare”. Lessico famigliare. Di Natalia Ginzburg. Ed. Domenico Scarpa. Torino: Einaudi, 2010. 213-61. Stampa.

Ginzburg, Natalia. Opere. Raccolte e ordinate dall’autore. I. Prefazione di Cesare Garboli. Milano: Mondadori, 1986. Stampa.

Lejeune, Philippe. Il patto autobiografico. 1975. Trad. Franca Santini. Bologna: Il Mulino 1986. Stampa.

Mazzoni, Guido. Teoria del romanzo. Bologna: Il Mulino 2011. Stampa.

Mordenti, Raul. “Per la definizione dei libri di famiglia”. I libri di famiglia in Italia. II. Raul Mordenti e Angelo Cicchetti, eds. Roma: Edizioni di Storia e Letteratura, 2001. 9-37. Stampa.

Polacco, Marina. “Romanzi di famiglia. Per una definizione di genere”. Comparatistica XIII 2004 (2005): 95-125. Stampa.

Ru, Yi-Ling. The Family Novel: Toward a Generic Definition. New York: Peter Lang 1992. Stampa.

Segre, Cesare. Introduzione. Lessico famigliare. Di Natalia Ginzburg. Ed. Domenico Scarpa. Introduzione Cesare Segre. Torino: Einaudi, 2010. I-XIII. Stampa.

Scarpa, Domenico. Nota del curatore. Un’assenza. Racconti, memorie, cronache. Di Natalia Ginzburg. Ed. Domenico Scarpa. Torino: Einaudi, 2016. I-IX. Stampa.

Scarpa, Domenico. “Cronistoria di Lessico Famigliare”. Lessico famigliare. Di Natalia Ginzburg. Ed. Domenico Scarpa. Torino: Einaudi, 2010. 213-61. Stampa.

Schiano, Gennaro. Paradigmi autobiografici. Ramón Gómez de la Serna, Christopher Ischerwood, Michel Leiris, Alberto Savinio. Pisa: Pacini, 2015. Stampa.

Scotto Di Carlo, Assunta Claudia. Quando le locomotive erano orchi. L’infanzia nell’autobiografia (1890-1945). Pisa: Pacini 2011. Stampa.

Sinibaldi, Marino, Cesare Garboli e Lisa Ginzburg, eds. È difficile parlare di sé. Conversazione a più voci condotta da Marino Sinibaldi. Torino: Einaudi 1999. Stampa.

Sperti, Valeria. Écriture et mémoire. Le Labyrinthe du monde de Marguerite Yourcenar. Napoli: Liguori, 1999. Stampa.

Tassoni, Luigi. La memoria familiare: due letture incrociate. Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Peter Esterhazy. Roma: Carocci, 2007. Stampa.

Tobin, Patricia D. Time and the Novel. The Genealogical Imperative. Princeton: Princeton University Press, 1978. Stampa.

Zatti, Sergio. “Raccontare la propria infanzia”. Infanzia, memoria e storia da Rousseau ai Romantici. Di Francesco Orlando. Pisa: Pacini, 2007. Stampa.

Pubblicato
2017-12-31
Fascicolo
Sezione
Saggi