Se il museo si fa teatro: la cultura del display tra conservazione e produzione

  • (a cura di) Emilia Perassi Università degli Studi di Milano
  • (a cura di) Paolo Caponi Università degli Studi di Milano

Abstract

Se il museo si fa teatro: la cultura del display tra conservazione e produzione/Cuando el museo se hace teatro: la cultura del display entre conservación y producción/Quand le musée devient un théâtre : la culture du display entre conservation et production/When museum turns into theatre: the culture of display between conservatism and production

Biografie autore

(a cura di) Emilia Perassi, Università degli Studi di Milano
Emilia Perassi è professore ordinario di letterature e culture ispanofone presso l’Università degli Studi di Milano.
Membro, e responsabile per l’Università, della sezione milanese dell’ISEM (Istituto per lo Studio dell’Europa Mediterranea) emanato dal CNR (Centro Nazionale delle Ricerche), si occupa specificamente delle relazioni letterarie e culturali fra Italia e merica Latina, studiando i processi simbolici che governano l’immaginario nazionale sul continente a sud del Rio Grande.
In quanto responsabile della Sezione Studi Culturali del Corso di laurea in mediazione Linguistica e Culturale, ha articolato i suoi studi sull’America latina in direzione della novità e differenza esposte nella letteratura coloniale, di genere e postcoloniale. Suoi paesi di elezione sono l’Argentina, il Messico e il Perù.
Tra le sue pubblicazioni: Leopoldo Lugones: alle radici del fantastico nel Rio de la Plata (1996), Matias de Bocanegra o la commedia de santos nella Nuova Spagna (1998), Traduzione innovazione modelli. Scrittrici iberiche e iberoamericane [a cura di] (1999), Temi storici nel teatro ispanoamericano (2006), Mujeres en el umbral. La iniciacion femenina en las escritoras hispanicas (2008).

Emilia Perassi es catedrática de Literatura y Culturas hispanoamericanas en la Universidad degli Studi de Milán.
Miembro y responsable, para la Universidad, de la sección milanesa del ISEM (Instituto para el Estudio de la Europa Mediterránea) perteneciente al CNR (Centro Nacional de Investigación), se ocupa específicamente de las relaciones literarias y culturales entre Italia y Latinoamérica, estudiando los procesos simbólicos que subyacen al imaginario nacional del continente al sur del Río Grande.
En calidad de jefa de la Sección de Estudios Culturales de la Carrera de “Mediazione Linguistica e Culturale”, ha concentrado sus intereses latinoamericanistas en las novedades y diferencias presentes en la literatura colonial, de género y poscolonial. Sus países de elección son Argentina, México y Perú.
Entre sus publicaciones: Leopoldo Lugones: alle radici del fantastico nel Rio de la Plata (1996), Matias de Bocanegra o la commedia de santos nella Nuova Spagna (1998), Traduzione innovazione modelli. Scrittrici iberiche e iberoamericane [a cura di] (1999), Temi storici nel teatro ispanoamericano (2006), Mujeres en el umbral. La iniciacion femenina en las escritoras hispanicas (2008).
(a cura di) Paolo Caponi, Università degli Studi di Milano
Paolo Caponi è nato a Varese nel 1967. Dopo essersi laureato il Lingue e Letterature Straniere Moderne all’Università degli Studi di Milano, ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Anglistica presso l’Università Cà Foscari di Venezia. Attualmente è ricercatore in anglistica presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Milano. I suoi studi si sono rivolti prevalentemente al teatro elisabettiano e contemporaneo, con particolare attenzione alle dinamiche di formazione dei “classici” testuali e autoriali. Ha pubblicato, tra l’altro: Adultery in the High Canon. Forms of Infidelity in Joyce, Beckett and Pinter (Milano, Unicopli, 2002) e Bambole di carne. Lolita prima e dopo il romanzo (Pisa, ETS, 2008).

Paolo Caponi (Varese, 1967) graduated at the University of Milan in 1995 and held a a doctorate in English Studies at the University of Venice. He is currently research fellow at the University of Milan where he teaches English Drama and Culture. He published: Adultery in the High Canon. Forms of Infidelity in Joyce, Beckett and Pinter (Milano, Unicopli, 2002) and Bambole di carne. Lolita prima e dopo il romanzo (Pisa, ETS, 2008).
Pubblicato
2011-04-04
Come citare
Emilia Perassi(a cura di), e Paolo Caponi(a cura di). 2011. «Se Il Museo Si Fa Teatro: La Cultura Del Display Tra Conservazione E Produzione». Altre Modernità, n. 5 (aprile), I-XIX. https://doi.org/10.13130/2035-7680/1066.
Sezione
Introduzione Introducción Introduction Introduction