Oltre la Bibbia. Il cinema tra narrazione e redenzione

  • Mino Chamla
Parole chiave: Bibbia, narrazione, rappresentazione, cinema, redenzione.

Abstract

In the Jewish tradition, the Bible is the origin of any possible interpretative and narrative development.
Thus, starting from this statement and in the belief that film is, in its essence, narration and not
representation, the author makes some remarks on the close and intimate relationship among Judaism, Jews
and film, but also on the difficulty that movies have always experienced in the direct confrontation with
the Bible while pretending to “represent it”. Moreover, if the cinema is mainly narrative and creative
development of reality, we have to speak, with Walter Benjamin and Sigfried Kracauer, as for the Seventh art,
about a sort of redemption of reality, in assonance, here again, with some profound and important trends of
Judaism, and especially of the modern Jewish thought.

Biografia autore

Mino Chamla

Mino Chamla si è laureato e addottorato a Milano in filosofia. Ha collaborato per molti anni con l’Istituto di Filosofia dell’Università di Milano e ha tenuto per qualche anno corsi di “Cultura ebraica” presso il polo linguistico dello stesso ateneo. Insegna nei Licei della Scuola Ebraica di Milano. Si è occupato e si occupa soprattutto di: filosofia morale; Spinoza; pensiero ebraico; cinema ed Ebraismo; rapporti tra tradizione e modernità nella storia e nella cultura ebraiche contemporanee; ecc.  
Principali pubblicazioni:
«Shoah» di Claude Lanzmann o della passione rivissuta, in: “La Rassegna Mensile di Israel”, LII(1986), 1, pp. 233-9;
Figure ebraiche della modernità, in: Ebrei moderni. Identità e stereotipi culturali, a cura di David Bidussa, Bollati Boringhieri, Torino 1989, pp. 113-39, 163-170;
Spinoza: dalla critica della tradizione alla nuova ontologia, in: Ebraismo e filosofia. Da Spinoza a Lévinas. A cura di Katja Tenenbaum e Paolo Vinci, Giuntina, Firenze 1993, pp. 9-29;
Note su ebraicità ed ebraismo nel nesso Kafka/Benjamin, in: Tra Benjamin e Kafka, a cura di Gabriele Scaramuzza, “Pratica filosofica”, CUEM, Milano 1994, pp. 35-47;
Spinoza e il concetto della tradizione ebraica, Franco Angeli, Milano 1996;
Indice delle forme ebraiche del Tractatus Theologico-Politicus. Qualche osservazione preliminare, in: “Lexicon Philosophicum. Quaderni di terminologia filosofica e storia delle idee”, 1996, 8-9, pp. 15-79;
Ebraismo “vivo” e spinozismo secondo Benamozegh, in: Per Elia Benamozegh. Atti del Convegno di Livorno (settembre 2000). Alessandro Guetta (ed.), Edizioni Thálassa De Paz, Milano 2001, pp. 155-166;
Spinoza et les identités juives contemporaines, in: “Studia Spinozana”, Vol. 13 (1997). Central Theme: Spinoza and Jewish Identity, Königshausen & Neumann, Würzburg 2003, pp. 183-206;
Il cinema della Shoah e la memoria, in: Memoria della Shoah. Dopo «i testimoni», a cura di Saul Meghnagi, Donzelli, Roma 2007, pp. 143-154;
Cinema e narratività ebraica, in: Ebraismo e Cinema, a cura di Giulio Martini, Centro Ambrosiano, Milano 2008, pp.55-72.  

Pubblicato
2011-06-27
Come citare
Chamla, Mino. 2011. «Oltre La Bibbia. Il Cinema Tra Narrazione E Redenzione». Altre Modernità, giugno, 97-104. https://doi.org/10.13130/2035-7680/1170.
Sezione
Saggi Ensayos Essais Essays