Semiosi e colonialità in Palestina Riflessioni decoloniali sulla guerrilla visuale contro il muro israeliano

Autori

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-7680/15551

Parole chiave:

Palestina; muri; pensiero decoloniale; colonialità; semiosi visuale

Abstract

Il presente saggio prova ad affrontare la questione palestinese sul terreno
dell’attivismo artistico (artivismo), che attraverso una miriade di graffiti (fra cui quelli di
Banksy, Joy van Erven e Blu), offre una sorta di contro-semiosi dentro la colonialità del
potere (Quijano), nel tentativo di sgretolare simbolicamente il muro israeliano. Questo
confine-muro diventa una herida abierta che sanguina, per dirla con Gloria Anzaldúa,
del sangue del sud del mondo costretto a scontrarsi a mani nude contro i muri del
nord del mondo, essendo Israele un prodotto di quest’ultimo (Said, Question). Questo
confine-muro diventa “globale” nella misura in cui la defence barrier, come la chiamano
gli israeliani, o l’apartheid wall, come lo chiamano gli attivisti internazionali, è diventata
una sorta di tela globale su cui si combatte una guerrilla visuale transnazionale, che
qui viene interpretata con le lenti del pensiero decoloniale e dal punto di vista della
tradizione degli oppressi (Walter Benjamin).

Biografia autore

Luigi Cazzato, Università di Bari

Luigi Cazzato è Professore Ordinario di Letteratura Inglese presso l’Università di Bari,
dove insegna Culture di lingua inglese e decolonialità. È stato vicepresidente
dell’AISCLI e fa parte del gruppo di ricerca “Un/Walling the Mediterranean”
(https://smuraremediterraneo.wordpress.com/). Da diversi anni si occupa dei rapporti
culturali fra Inghilterra e Sud da una prospettiva decoloniale. Ha curato la
pubblicazione di Anglo-Southern Relations: from Deculturation to Tranculturation, Lecce
2011 e S/Murare il Mediterraneo. Un/Walling the Mediterranean, Lecce-Brescia 2016. È
autore di Sguardo inglese e Mediterraneo italiano. Alle radici del meridionismo, Milano
2017. Sulla Palestina ha scritto alcuni saggi, fra cui: “Shades of feeling: Human Rights,
decoloniality, and Palestine”, Padova 2016, e “The Omission of Palestine and Rafeef
Ziadah’s Spoken Poetry: Decolonizing the Postcolonial”, Cambridge 2018.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-05-31

Come citare

Cazzato, Luigi. 2021. «Semiosi E Colonialità in Palestina Riflessioni Decoloniali Sulla Guerrilla Visuale Contro Il Muro Israeliano». Altre Modernità, n. 25 (maggio):163-81. https://doi.org/10.13130/2035-7680/15551.