Oriente within, Nord without: il meridionismo e i romantici inglesi

  • Luigi Cazzato Università degli Studi di Bari
Parole chiave: Orientalismo, meridionismo, romanticismo inglese, acculturazione, deculturazione,

Abstract

Per Voltaire (1773) prima ed Hegel (2010) poi, la storia del progresso del mondo ha viaggiato seguendo il percorso geo-politico e climatico aristotelico 1: dal dispotico Oriente verso il libero Occidente; mentre per Montesquieu (1994) essa ha viaggiato anche dai paesi caldi del Sud, timorosi come i vecchi, verso i paesi freddi del Nord, coraggiosi come i giovani. L’Europa non si è vista solo come l’altro rispetto all’Oriente, ma anche come l’altro rispetto al suo Meridione: il presente moderno del Nord di contro al passato antico del Sud. Nella seconda metà del Settecento, il secolo della nascita dell’orientalismo come sapere organico all’impresa coloniale dell’Occidente, vennero gettati anche i semi della pianta del meridionismo, sapere organico all’impresa della costruzione della moderna identità europea. I romantici inglesi coltivarono questa pianta.

Biografia autore

Luigi Cazzato, Università degli Studi di Bari

Luigi Cazzato insegna Letteratura inglese all’Università di Bari. L’ambito delle recenti attività di ricerca è stato quello delle relazioni culturali fra l’Inghilterra e il Sud, su cui ha organizzato alcuni convegni nazionali e internazionali, e pubblicato numerosi saggi. E’ sua la cura dei volumi: Orizzonte Sud: sguardi studi prospettive su Mezzogiorno, Mediterraneo e Sud globale, Besa 2011; Anglo-Southern Relations: from Deculturation to Tranculturation, Negroamaro, 2012.

Pubblicato
2012-11-23
Come citare
Cazzato, Luigi. 2012. «Oriente Within, Nord Without: Il Meridionismo E I Romantici Inglesi». Altre Modernità, n. 8 (novembre), 188-205. https://doi.org/10.13130/2035-7680/2561.
Sezione
Saggi Ensayos Essais Essays