Il monolinguismo dell'altro: subalternità, voce e migrazione

Autori

  • Vincenzo Russo Università degli Studi di Milano e Bologna

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-7680/283

Abstract

L'analisi muove dalla produzione narrativa e poetica di autori brasiliani - che scrivono in italiano e portoghese - in un certo senso già consacrati dal canone (se canone esiste) della Letteratura della Migrazione italiana o italofona. Mi piacerebbe indagare maggiormente gli aspetti teorici legati alle questioni della lingua, della voce e del subalterno, e alle rappresentazioni che esse innescano nel campo letterario.

Biografia autore

Vincenzo Russo, Università degli Studi di Milano e Bologna

Vincenzo Russo insegna lingua e letteratura portoghese presso la Cattedra di Letteratura Portoghese delle Università di Bologna e Milano. Tra le sue pubblicazioni recenti le monografie: Suspeita do Avesso. Barroco e Neo-Barroco na Poesia Contemporânea Portuguesa, Quasi Edições, Vila Nova de Famalicão, 2008 e Tenebre Bianche. Immaginari coloniali fin-de-siècle, Diabasis, Reggio Emilia, 2008. Come traduttore e curatore, ha pubblicato varie edizioni italiane di opere di autori portoghesi (Eça de Queirós, José Luís Peixoto, Fernando Pessoa, Eduardo Lourenço, António Ramos Rosa, Boaventura de Sousa Santos). Coordina insieme a Roberto Vecchi il gruppo di ricerca e la collana ";Cais-EstremaEuropaOccidente"; per la casa editrice Diabasis.

##submission.downloads##

Pubblicato

2009-11-11

Come citare

Russo, Vincenzo. 2009. «Il Monolinguismo dell’altro: Subalternità, Voce E Migrazione». Altre Modernità, n. 2 (novembre):79-89. https://doi.org/10.13130/2035-7680/283.

Fascicolo

Sezione

Saggi Ensayos Essais Essays