Le classificazioni fitoclimatiche: uno strumento scientifico per l'introduzione delle specie esotiche nell'Italia del XX secolo

  • Mario Sulli
  • Alessandra Zanzi Sulli

Abstract

Trattare delle classificazioni fitoclimatiche come strumento scientifico per
l’introduzione delle specie esotiche forestali richiede di rifarsi ai motivi che hanno
suggerito in Italia come altrove tale ordine di studi: in prima istanza la necessità di
condurre a razionalità scientifica le numerose osservazioni che accompagnarono fin
dall’inizio le prove di introduzione in Europa di specie arboree esotiche. I primi
tentativi di trasferimento di alcune specie arboree nordamericane sono stati intrapresi
soprattutto per l'interesse tecnico economico per i legni impiegati nei cantieri navali
stabiliti nelle colonie.

Biografie autore

Mario Sulli

Mario Sulli, laureato in Scienze agrarie, ha svolto come ricercatore presso l’Istituto Sperimentale per la Selvicoltura (Ministero dell’Agricoltura) dal 1972 al 2006 ricerche sperimentali sull'ambiente forestale e analisi storiche sui cambiamenti nel tempo delle pratiche forestali e delle produzioni boschive con particolare attenzione agli aspetti economici e sociali della coltura forestale.

Alessandra Zanzi Sulli

Alessandra Zanzi Sulli, laureata in Scienze agrarie, è stata professore associato
presso l'Università di Firenze dal 1983 al 2001 per il Corso di laurea in Scienze forestali.
I settori disciplinari nei quali ha svolto l'attività di ricerca sono: Ecologia delle comunità
forestali, Storia ecologica ed economica dei territori boscati, Storia della Selvicoltura,
Educazione ambientale.

Pubblicato
2013-11-15
Come citare
Sulli, Mario, e Alessandra Zanzi Sulli. 2013. «Le Classificazioni Fitoclimatiche: Uno Strumento Scientifico Per l’introduzione Delle Specie Esotiche nell’Italia Del XX Secolo». Altre Modernità, n. 10 (novembre), 126-40. https://doi.org/10.13130/2035-7680/3334.