• Appunti di viaggio
    N. 1 (2018)
    Il primo numero di CRIANDO comprende una serie di contributi sul tema del viaggio in America Latina.
  • Economie del corpo femminile dal XVI al XXI secolo in America Latina, Europa e Giappone
    N. 3 (2018)

    Numero speciale a cura di Marie-Christine Jullion e Irina Bajini (Università degli Studi di Milano), Mélanie Moreau (Université de Bordeaux-Montaigne).

  • Miscellanea Uruguay e Dossier Cartonero 2019/I
    N. 4 (2019)

    Il fil rouge di questa miscellanea – che raccoglie solo una piccola parte dei generosi contributi di colleghi, specialisti, studenti che in questi ultimi due anni hanno partecipato con modalità diverse alle attività scientifiche di CRIAR – è il legame dell’Uruguay con l’Italia. Un legame, come in più occasioni ci ha ricordato il console generale dottor Ricardo Duarte, che viene dal Risorgimento, dalla presenza di Garibaldi nella Provincia Orientale del Rio della Plata (alla fine del XIX secolo nella sola Montevideo esistevano ben sei vie intitolate all’Eroe dei due mondi e tuttora si contano almeno cinque monumenti a lui dedicati nel paese), e si intensifica a fine ‘800 con l’inizio dell’esodo migratorio europeo nel continente americano.

  • Potere e Identità nelle Americhe Romanze
    N. V (2019)

    Immagine di copertina: Gerd Altmann da Pixarbay

    Questo numero di Criando vuole affrontare la questione del rapporto tra potere e identità in diverse aree delle Americhe romanze, con un focus su alcuni esempi che si concentrano sul confine tra storia, società, letteratura, antropologia e comunicazione, nelle aree lusofona (Brasile), ispanofona (Cile, Perù, Messico) e francofona (Québec), con l’aggiunta di un corposo dossier tematico su Cuba, che, apparentemente slegato dalla tematica del numero, la tocca inevitabilmente. Questa presentazione di aspetti della dinamica tra identità e potere nelle società “latine” del continente americano può portare ad alcune interessanti riflessioni e a rilevare alcune tematiche comuni ad aree geograficamente distanti e anche segnate da una storia (coloniale o semi-coloniale) molto diversa.