Proposte

Proposte online

Hai già Username/Password per Nuovi Autoritarismi e Democrazie: Diritto, Istituzioni, Società (NAD-DIS)?
Vai al Login

Ti serve Username/Password?
Vai alla Registratione

Registratione e login sono richiesti per sottoporre articoli e verificare online lo stato delle proposte inviate.

 

Linee guida per gli autori

La Rivista è suddivisa nelle Sezioni: Editoriale, Saggi, Cronache delle istituzioni, Recensioni e segnalazioni (bibliografiche e filmografiche), Note a sentenza/Rassegne giurisprudenziali.

Modalità e scadenze di sottomissione dei contributi

Le proposte di pubblicazione sulla rivista NAD-DIS possono essere inviate in qualunque momento dell’anno alle seguenti mail: direzione.nad@unimi.it e redazione.nad@unimi.it. Se le proposte sono accettate, gli autori devono far pervenire i testi nella stesura definitiva secondo le seguenti scadenze: per i saggi, entro il 15 aprile e il 15 ottobre, mentre per gli altri contributi entro il 30 maggio e il 30 novembre.

La direzione e la redazione, dopo aver verificato che i contributi rientrino negli obiettivi della rivista e presentano un livello scientifico adeguato, si occuperà di inviare i saggi ai referee esterni individuati sulla base delle specifiche competenze e dei settori scientifico-disciplinari.

Invio Saggi: Gli autori devono inviare due file separati: un file deve contenere il testo preceduto dal titolo, l’abstract nella lingua del saggio e in inglese, 5 parole chiave in italiano e in inglese. L’altro file deve contenere il nome dell’autore per esteso, affiliazione, e-mail, eventuale ORCID (per favorire l’indicizzazione). Invio altri contributi: è sufficiente un solo file.

 

Norme editoriali

Lunghezza, caratteri, spaziatura

Saggi: devono avere la lunghezza approssimativa di 50.000 caratteri ed essere redatti nel carattere Times New Roman con corpo 12 e interlinea 1,5. Le note a piè di pagina in corpo 10 e interlinea 1. Rientri di 0,5 all’inizio dei paragrafi; margini 3 cm per ciascun lato.

Cronache delle istituzioni: devono avere la lunghezza massima di 15.000 caratteri e non prevedono note bibliografiche, ma solo indicazioni tra parentesi tonde.

Recensioni e segnalazioni (bibliografiche e filmografiche): devono avere la lunghezza massima di 15.000 caratteri e non prevedono note bibliografiche,  ma solo indicazioni tra parentesi tonde.

Note a sentenza/Rassegne giurisprudenziali: devono avere la lunghezza massima di 15.000 caratteri e non prevedono note bibliografiche ma, solo indicazioni tra parentesi tonde.

Se i saggi sono divisi in paragrafi e sottoparagrafi, è necessario predisporre un Sommario iniziale in carattere Times New Roman corpo 12 con i numeri e i titoli dei paragrafi (e di eventuali sottoparagrafi) separati da un punto. ESEMPIO: Sommario: 1. Premessa. 2. I territori coloniali spagnoli. 3. I moti per l’indipendenza. 3.1 I caudillos.

I paragrafi e sottoparagrafi nel testo devono essere numerati in carattere Times New Roman 12, il numero in tondo, il testo in corsivo, senza punto alla fine: ESEMPIO: 2. I territori coloniali spagnoli.

 

Citazioni, note a pié di pagina ed altri requisiti di forma

Citazioni: fra virgolette a caporale « »; le citazioni nelle citazioni devono essere riportate fra virgolette alte semplici «‘ …. ’».

Se si omettono alcune parti di citazioni, si utilizzano le parentesi quadre con 3 puntini: […]

ESEMPIO: Si osserva che «l’intervento delle Forze Armate fu ‘prima politico piuttosto che militare’ e che qualunque tentativo di comprendere le descrizioni della guerra […] sia da collocare nello scenario offerto dalla politica, uno scenario di degrado (che i militari non crearono da soli) ma che ereditarono dal passato»1. Nella nota indicata con numero in apice e posta a piè di pagina vanno indicati gli estremi bibliografici della citazione.

Le virgolette doppie alte “ ”devono essere usate solo per espressioni d’enfasi: ESEMPIO  il cosiddetto “quarto potere”, ossia la stampa….

Nomi dei partiti politici: in corsivo e accompagnati dalla sigla. ESEMPIO: Unión Cívica Radical-UCR.

Nomi di istituzioni: minuscolo in caso di termine generico: ESEMPIO: Il parlamento è l’organo che approva le leggi; maiuscolo se vi è un riferimento specifico: ESEMPIO: Il Parlamento italiano è riunito in seduta.

Cariche istituzionali: minuscolo in caso di termine generico: ESEMPIO: il ministro propone il decreto; maiuscolo se vi è un riferimento specifico: ESEMPIO: il Ministro della sanità italiano ha proposto il decreto.

Spazi: usare uno spazio singolo dopo ciascun segno d’interpunzione e nessuno spazio prima, fatta eccezione per le lineette. Non inserire due o più spazi consecutivi.

Titolo di saggi e cronache: centrato, carattere Times New Roman, in corpo 14, neretto.

Recensioni e segnalazioni bibliografiche: come titolo devono riportare le indicazioni del testo/dei

testi recensito/recensiti.

Note a sentenza e Rassegne bibliografiche: si seguono le stesse regole delle cronache e degli altri contributi diversi dai saggi.

Note a piè di pagina

Le note a piè di pagina devono contenere le indicazioni bibliografiche delle citazioni con l’indicazione della o delle pagine e possono contenere ulteriori indicazioni bibliografiche per approfondimenti. Le note devono essere numerate e il numero posto in apice accanto alla parola o dopo le virgolette di chiusura, senza spazio: 

ESEMPI: ereditarono dal passato»1.   OPPURE   Il giudice decise nella sentenza2,

I testi devono essere citati secondo i seguenti criteri:

Libri: Nome dell’autore puntato, Cognome per esteso, titolo in corsivo, editore, città, anno di pubblicazione.

ESEMPI: M. Rosti, Argentina, il Mulino, Bologna, 2011 (se indicazione bibliografica).

M. Rosti, Argentina, il Mulino, Bologna, 2011, p. 10 oppure pp. 10-15 (se testo da cui tratta citazione).

Contributi in opere collettanee: Nome puntato, Cognome per esteso, titolo contributo in corsivo, in Nome puntato, Cognome per esteso (a cura di), Titolo opera collettanea, editore, luogo di edizione, anno pubblicazione, pagina. ESEMPIO: C. Fiamingo, Flexible Land Tenure System in Namibia, in A. Pallotti, C. Tornimbeni, M. Zamponi (a cura di), Sviluppo rurale e povertà in Africa australe – Le sfide del millennio, Rubbettino, Soveria Mannelli, pp. 123-147.

Articoli in quotidiani: Nome puntato, Cognome per esteso, titolo in corsivo, in nome rivista/quotidiano in corsivo, data pubblicazione ed eventuale link se consultabile/reperibile anche in internet. ESEMPIO: L. Capuzzi, Bolsonaro vuole “cancellare” l’era Lula, in Avvenire, 7 ottobre 2018 (eventuali numeri di pagina, se reperibili).

Articoli in riviste: Nome puntato, Cognome per esteso, titolo articolo in corsivo, in nome rivista in corsivo, Volume, numero, anno di pubblicazione, pagine totali del saggio e link se consultabile anche on-line.

ESEMPI: E. Giunchi, The reinvention of the sharī‘a under the British Raj: In search for authenticity and certainty, in Journal of Asian Studies, Vol. 68, no. 4, 2010, pp. 1119-1142 (se indicazione bibliografica).

E. Giunchi, The reinvention of the sharī‘a under the British Raj: In search for authenticity and certainty, in Journal of Asian Studies, Vol. 68, no. 4, 2010, p. 1120 (se testo da cui tratta citazione).

Siti web: www.elpais.com oppure Tribunal Superior Eleitoral: www.tse.gov.br (con la data di consultazione fra parentesi): ESEMPIO: www.elpais.com (consultato il 19.12.2018).

Per le citazioni di opere già citate: Nome puntato, Cognome autore, titolo in corsivo seguito dalla virgola e da cit., numeri delle pagine citate. ESEMPIO: M. Rosti, Argentina, cit., p. 15.

Bibliografia finale: si richiede una breve bibliografia finale, massimo 10 testi più significativi per favorire l’indicizzazione del contributo. 

Per assistenza rivolgersi a redazione.nad@unimi.it

 

Lista di controllo per la predisposizione di una proposta

Durante la procedura di trasmissione di una proposta, gli autori devono verificare il rispetto dei seguenti requisiti; la submission potrebbe essere rifiutata se non aderisce a queste richieste.

  1. La submission non è stata precedentemente pubblicata, né proposta a un'altra rivista (oppure si fornisce una spiegazione all'editor nei commenti).
  2. Il file di submission è in un formato OpenOffice, Microsoft Word, RTF, o WordPerfect.
  3. Dove possibile, sono stati fornite le URL dei riferimenti
  4. Il testo ha spaziatura singola; usa un font 12 punti ; impiega il corsivo invece della sottolineatura (eccetto con gli indirizzi URL); e tutte le illustrazioni, figure, e tabelle sono posizionate all'interno del testo nei punti appropriati, piuttosto che alla fine.
  5. Il testo aderisce alle richieste stilistiche e bibliografiche riassunte nelle linee guida dell'autore, che si trova nella pagina di informazioni sulla rivista.
  6. Se si sta facendo la submission a una sezione peer-reviewed della rivista, seguire le istruzioni su Come assicurare una revisione cieca.

 

Informativa sulla privacy

I nomi e gli indirizzi email inseriti in questo sito della rivista saranno utilizzati esclusivamente per gli scopi dichiarati e non verranno resi disponibili per nessun altro uso.