Tra ufficialità e Samizdat: Viktor Sosnora

  • Noemi Albanese Università di Roma «Tor Vergata»
Parole chiave: Viktor Sosnora, Leningrado, Samizdat, sperimentalismo

Abstract

La figura di Viktor Sosnora si presenta come una delle più particolari nel panorama letterario della Leningrado della seconda metà del Novecento. A metà tra mondo ufficiale e quello dell'underground, fu anche uno dei pochissimi autori ai quali, in epoca sovietica, fu concesso di viaggiare in Europa ed entrare in contatto con il mondo intellettuale coevo. La sua ricerca estetica e stilistica parte dalle tematiche antico russe per innovarle dall'interno grazie ad un gusto per la lingua estremamente contemporaneo;ciò si tradusse in sperimentazioni poetiche sempre più ardite che resero impossibile la pubblicazione ufficiale dei suoi testi, divenuti invece oggetto di culto negli ambienti del Samizdat. 

Biografia autore

Noemi Albanese, Università di Roma «Tor Vergata»

Dipartimento di Studi Comparati 

Pubblicato
2015-07-01
Fascicolo
Sezione
Studi