Herakles dodekathlos: nota iconografica su una rara lucerna a volute da Calvatone-Bedriacum

Autori

  • Lilia Palmieri

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/12712

Parole chiave:

Calvatone; Bedriacum; vicus; scavi archeologici; lucerna; Ercole

Abstract

Il programma di ricerche e scavi archeologici avviato più di trent’anni fa dall’Università degli Studi di Milano nel vicus romano di Calvatone-Bedriacum ha permesso di esplorare un settore dell’abitato antico caratterizzato da ricchi quartieri residenziali, aree artigianali/produttive e spazi pubblici, restituendo l’immagine di un vivace emporio commerciale. Tra le migliaia di reperti frammentari rinvenuti nell’abitato, e provenienti da tutte le province dell’Impero, si segnala per la sua particolare decorazione una lucerna a volute, che reca sul disco la raffigurazione di una delle dodici fatiche di Ercole. L’analisi iconografica del soggetto permette di riconoscere nello schema figurativo proposto la lotta dell’eroe contro il serpente Ladone per la conquista dei pomi d’oro nel giardino delle Esperidi, piuttosto che la lotta contro l’Idra di Lerna.

Biografia autore

Lilia Palmieri

Dottore di ricerca in Archeologia classica, Lilia Palmieri collabora con il Dipartimento di Beni culturali e ambientali dell’Università degli Studi di Milano, partecipando alle attività didattiche e di ricerca. Oltre all’attività sul campo (scavi in Italia settentrionale, in Grecia, in Siria), i suoi interessi principali riguardano l’archeologia della produzione e i processi di trasformazione economica nelle province romane, con particolare riferimento all’Italia settentrionale e all’Africa; la cultura materiale di età romana, in particolare la ceramica; la metodologia della ricerca archeologica; l’archeologia digitale.

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-01-07

Fascicolo

Sezione

ARTICOLI