Ceramica non troppo comune: il microcosmo delle ceramiche da cucina dall’area E di Nora

Autori

  • Gloria Bolzoni

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/13498

Parole chiave:

ceramica da cucina; abitudini alimentari; batteria da cucina; influssi culturali

Abstract

Tra gli indicatori archeologici che possono essere utilizzati per indagare le società antiche, la ceramica comune da cucina fornisce le maggiori informazioni sulle abitudini alimentari, tendenzialmente stabili nel tempo e condivise tra i gruppi sociali, un microcosmo di informazioni che nella pratica necessitano di essere indagate sul lungo periodo e in maniera diacronica, attraverso lo studio dei fenomeni di trasformazione delle caratteristiche tecniche e formali. Indagare l’evoluzione della batteria da cucina può quindi essere importante per la definizione delle sfere d'influenza tra aree culturali contigue. Nora, grazie alla sua posizione che la pone al centro di una pluralità di influssi culturali, si rivela da sempre un buon osservatorio di questi fenomeni.

Biografia autore

Gloria Bolzoni

Gloria Bolzoni ha conseguito il dottorato in Metodi e metodologia della ricerca archeologica e storico-artistica presso l’Università degli Studi di Salerno. Si occupa in particolare di ceramica roman dal periodo tardorepubblicano all’altomedioevo, sia dal punto di vista produttivo e commerciale, sia antropologico-sociale.

 

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-05-19

Fascicolo

Sezione

Small Finds. Atti del Convegno di Studi (Università degli Studi di Milano)