Frammenti di stampi in terracotta da Nora

Autori

  • Luca Restelli

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/13501

Parole chiave:

Scavi UniMi;Nora;stampi;matrici;Uzita-Ostia;cinghiale;leone;Probum;influenza punica

Abstract

Dagli scavi UniMi a Nora provengono dei frammenti di due stampi/matrici fittili della tipologia Uzita-Ostia. La rappresentazione potrebbe fare riferimento ad un cinghiale e ad un leone grazie alla lettura della resa del manto peloso. Sono manufatti molto rari, si registrano ritrovamenti a Nora, Porto Torres, Agrigento, Atene, Uzita e Sabratha. Potrebbe trattarsi di matrici per prodotti deperibili dato che non sono mai stati trovati. Allo stato attuale delle ricerche si pensa possano essere stampi per dolci come il Probum. Questo elemento ben si inserisce nel panorama della forte influenza punica dei territory ex cartaginesi anche dopo la concquista romana.

Biografia autore

Luca Restelli

Luca Restelli ha conseguito il diploma di laurea magistrale in archeologia presso l’Università degli Studi di Milano. Lavora attualmente come archeologo presso le maggiori società di archeologia d’emergenza del nord Italia e si occupa di archeologia romana ed in particolare di strutture e tecniche edilizie.

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-05-19

Fascicolo

Sezione

Small Finds. Atti del Convegno di Studi (Università degli Studi di Milano)