La necropoli neolitica a domus de janas di S. Pietro di Sorres in Comune di Borutta - Sassari

Autori

  • Pier Paolo Soro

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/214

Parole chiave:

Neolitico, necropoli, domus de janas, Sorres, Brutta, Sardegna

Abstract

La necropoli di Sorres si trova nel territorio del Comune di Borutta in provincia di Sassari. E’ ubicata lungo il versante SE del colle di Sorres, sul quale sorge imponente la chiesa in stile romanico di San Pietro di Sorres (XI-XII sec.) sede dell’antica diocesi medievale. La necropoli è composta attualmente da cinque tombe a grotticella artificiale del tipo a domus de janas, scavate nella roccia calcara durante il neolitico recente ed in uso per tutto l’eneolitico. Si presume che fosse l’area sepolcrale dell’insediamento in grotta di Ulàri, una cavità carsica di notevoli dimensioni il cui ingresso si apre lungo il versante Nord del colle; la grotta ha restituito testimonianze archeologiche che vanno dal neolitico media fino al medioevo. La necropoli di Sorres, sebbene sia stata rimaneggiata nella forma degli ambienti ipogei e nella destinazione d’uso, costituisce una delle principali testimonianze del capillare tessuto insediativo del territorio del nord Sardegna.

Biografia autore

Pier Paolo Soro

Pier Paolo Soro ha conseguito la laurea in Archeologia preistorica e protostorica presso l’Università degli Studi di Sassari. E’ attualmente iscritto al secondo anno della scuola di specializzazione in Archeologia preistorica e protostorica presso l’Università degli Studi di Milano e si occupa, prevalentemente, di ricognizione archeologica, cartografia, GIS, rilevamento dei monumenti preistorici e protostorici, allestimenti museali e assistenze archeologiche.

##submission.downloads##

Pubblicato

2009-05-12

Fascicolo

Sezione

ARTICOLI