Nora tardo-antica. Ricerche in corso nel quartiere nord-occidentale

Autori

  • Luisa Albanese
  • Valentina Cosentino Università degli Studi Federico II di Napoli

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/3322

Parole chiave:

Nora, Piccole Terme, Fossa di spoliazione, Battuto di malta, Affreschi

Abstract

L’articolo presenta i dati di un limitato settore di scavo nell’area retrostante il muro dell’apodyterium delle Piccole Terme di Nora. In particolare, vengono isolate cinque fasi di frequentazione di cui le due più antiche sono da riferire forse ad una destinazione abitativa dell’area. Le destinazioni d’uso successive, invece, erano legate a momenti di abbandono caratterizzate dall’uso di questo settore come area di scarico di materiale essenzialmente da costruzione e in un caso come cava di pietra ottenuta con la spoliazione dei muri più antichi. In particolare da segnalare è il recupero di intonaco affrescato molto frammentario proveniente da uno o più monumenti circostanti. Tutte le fasi individuate sono da riferire ad un arco cronologico piuttosto ristretto compreso tra la fine del IV ed il V sec. d.C.

Biografia autore

Valentina Cosentino, Università degli Studi Federico II di Napoli

Valentina Cosentino, laureata a Napoli presso l’Università degli Studi Federico II, frequenta ora il secondo anno del dottorato di ricerca in Scienze Storiche dell’antichità presso l’Università degli Studi di Genova con una tesi su una necropoli capuana della fase campana. Si occupa di archeologia magno - greca ed italica, con particolare riferimento alla Campania, oltre ad aver lavorato in più occasioni su materiali e siti della Sicilia Occidentale e ad aver curato lo studio della ceramica a vernice nera del santuario di Demetra a Gortyna (Creta). Presso l’università di Genova collabora con la cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana, ivi compreso il progetto di ricerca sulla città di Nora.

valecosentino74@gmail.com

##submission.downloads##

Fascicolo

Sezione

ATTI DELLA GIORNATA: Le sette città di Nora, Milano, 11 febbraio 2013