Il settore SE delle Terme Centrali: da quartiere residenziale a pars publica

Autori

  • Elisa Panero Soprintendenza Archeologica del Piemonte

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/3325

Parole chiave:

Terme, Nora, ambienti di servizio, pars publica, pars privata

Abstract

Lo scavo dell’Università di Milano interessa dal 2001 l’area E, corrispondente al quartiere centrale della città di Nora. L’area  presenta una complessa stratificazione insediativa connotata da edifici a carattere pubblico, di cui il più significativo è il complesso delle c.d. Terme Centrali, e altri a connotazione privata di vario tenore. Le prime indagini hanno consentito la ricostruzione della città tardoantica (post 450 d.C.), nonché la definizione della fase in cui alcune domus di II-III secolo, ricche di pavimentazioni in mosaici policromi, vengono ad accostarsi a grandi edifici pubblici parimenti decorati. L’attività archeologica degli ultimi cinque anni si è concentrata invece sul complesso delle Terme Centrali, dove si sono cercati gli accessi al complesso termale di età severiana e si sono analizzate le fasi precedenti (e di natura privata) alle terme.

Biografia autore

Elisa Panero, Soprintendenza Archeologica del Piemonte

Elisa Panero è funzionario presso la Soprintendenza Archeologica del Piemonte. Collabora con la cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte Greca presso l’Università degli Studi di Milano ed è professore a contratto di Archeologia della Produzione presso la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici della stessa università. Si occupa in particolare di studio della cultura materiale e del territorio in epoca antica, con particolare riguardo alla Cisalpina, alla Tunisia e a Creta.

##submission.downloads##

Fascicolo

Sezione

ATTI DELLA GIORNATA: Le sette città di Nora, Milano, 11 febbraio 2013