La decorazione a mosaico della fontana romana di Chersonissos (Creta)

Autori

  • Daniela Massara Università degli Studi di Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/3735

Parole chiave:

Fontana a scalette, pigmei, scena di pesca, mare pescoso, Chersonissos, Creta, mosaico figurato, ippopotamo, nilotico

Abstract

La fontana a scalette di Chersonissos è stata scoperta a fine Ottocento in un'area prospiciente il mare, nella zona più bassa della città odierna, a pochi km a Est di Iraklion, insieme a varie strutture di età romana. La decorazione, in tessellato policromo, mostra una composizione figurata legata all'acqua. In tutte le scene i personaggi sono di proporzioni molto ridotte rispetto agli animali contro i quali combattono o che si trovano intorno; tale elemento, insieme alla nudità e alla resa dei corpi e dei volti, che almeno in un caso presentano chiaramente tratti negroidi, induce ad interpretarli come pigmei. Nonostante l’iconografia dei singoli motivi attinga ad un repertorio piuttosto diffuso, sia per il mare pescoso con scene di pesca sia per il paesaggio nilotico, per quanto riguarda l’aspetto tecnico-stilistico non sembrano invece esserci confronti puntuali.

Biografia autore

Daniela Massara, Università degli Studi di Milano

Daniela Massara ha conseguito la laurea di secondo livello in Archeologia e si è specializzata presso la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici presso l’Università degli Studi di Milano. È attualmente assegnista di ricerca presso la medesima Università. Si occupa in particolare di rivestimenti pavimentali di epoca romana e bizantina.

##submission.downloads##

Pubblicato

2014-02-07

Fascicolo

Sezione

ARTICOLI