Attività ispettiva sulle aree archeologiche milanesi. Il caso del Mausoleo imperiale

Autori

  • Chiara Baratto Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  • Daniela Massara Università degli Studi di Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/4889

Parole chiave:

mausoleo, necropoli, archivio, beni culturali

Abstract

Il progetto “Milano Archeologia” riguardante i resti di strutture della Milano romana si è avvalso di metodi e strumenti specifici, come la raccolta dei dati pregressi attraverso la ricerca d’archivio, e il riscontro delle informazioni attraverso sopralluoghi e quindi il contatto diretto con i monumenti. Un caso particolarmente significativo è il complesso dell’area funeraria di “San Vittore al Corpo” in cui si conservano anche i resti di un grandioso mausoleo imperiale. Il recinto che delimita lo spazio della necropoli a partire dal IV secolo d.C. si conserva al di sotto di due edifici moderni, mentre il resti del mausoleo si trovano al di sotto della attuale chiesa di S. Vittore. L’analisi dei dati raccolti ha permesso di individuare analogie e differenze tra le strutture ancora visibili, per esempio nelle tecniche adottate per l’alzato o le fondazioni, e ha fornito la conoscenza necessaria per ipotizzare soluzioni concrete di tutela e valorizzazione dei beni.

Biografie autore

Chiara Baratto, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Chiara Baratto è assegnista di ricerca presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Si occupa in particolare di architettura pubblica e di valorizzazione dei beni archeologici. Ha collaborato e collabora a progetti scientifici pluridisciplinari su Milano di età romana e tardo-antica (“Piazza Duomo prima del Duomo”, “Milano Archeologia per Expo 2015” e “Mediolanum MMXV”).

Daniela Massara, Università degli Studi di Milano

Daniela Massara è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Milano. Si occupa in particolare di pavimentazioni decorate ed edilizia abitativa. In quest’ambito ha partecipato alla realizzazione del database nazionale Tess, per la catalogazione informatizzata del patrimonio dei mosaici pavimentali antichi in Italia. Ha collaborato e collabora a progetti scientifici pluridisciplinari su Milano in età romana (“Milano Archeologia per Expo 2015” e “Mediolanum MMXV”).

##submission.downloads##

Pubblicato

2015-06-11

Fascicolo

Sezione

Atti del Seminario interdisciplinare "Milano Archeologia per Expo 2015", Milano 21, 26-28 Novembre 2014