Arredi di lusso in legno e avorio da Ercolano: le nuove scoperte della Villa dei Papiri

  • Maria Paola Guidobaldi Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei
Parole chiave: mobilio, impiallacciatura di avorio, bassorilievi, villa dei papiri, ercolano, dioniso, strumenti musicali

Abstract

Sono qui illustrati i resti di eccezionali mobili di legno rivestiti di avorio decorato a bassorilievo rinvenuti durante i recenti lavori di scavo, conservazione e sistemazione dell’area della Villa dei Papiri di Ercolano (Luglio 2007-Primavera 2009), eseguiti dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei e finanziati dalla Comunità Europea nell’ambito del Programma Operativo della Regione Campania (POR). L’eccezionalità del rinvenimento risiede nell’alto pregio dei materiali impiegati e nella ricchezza delle decorazioni figurate, profondamente intrise di elementi propri della religiosità dionisiaca.

Biografia autore

Maria Paola Guidobaldi, Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei
Maria Paola Guidobaldi è Direttore degli Scavi di Ercolano nell’ambito della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei. E’ anche responsabile dell’Ufficio Editoria, che cura la pubblicazione di studi su argomenti specifici dell’archeologia vesuviana. Ha effettuato scavi nella colonia latina di Fregellae (Ceprano, FR), nella necropoli pre-romana di Campovalano di Campli (TE) e ad Ercolano. La sua produzione scientifica è incentrata principalmente su aspetti e problemi della romanizzazione dell’Italia, su argomenti di topografia storica, di antichità romane, di archeologia dei territori medio-adriatici e dell’area vesuviana.
Pubblicato
2010-09-17
Fascicolo
Sezione
ATTI DELLA GIORNATA: Arredi di lusso di età romana. Marmi e bronzi nelle case della Cisalpina, Milano 2009 (II PARTE)