Ancora sull’italiano delle traduzioni

Autori

  • Anna Cardinaletti

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-7680/2462

Parole chiave:

interferenza, pronomi personali, soggetto, aggettivi, registro stilistico

Abstract

This article discusses and exemplifies the ways in which Italian as a product of translation differs from spontaneous Italian. In particular, the translated language would seem to be characterised by more options than native Italian, due to free variation with the options influenced by the language of the original text. Though somehow a physiological byproduct of the translation activity, interference should be monitored, as it may give rise to different interpretations from those of the original text and/or to stylistic choices not appropriate to the context.

Biografia autore

Anna Cardinaletti

Anna Cardinaletti è professore ordinario di Glottologia e linguistica. Si occupa di linguistica teorica e delle sue applicazioni alla didattica delle lingue, alla traduzione, e alle disabilità linguistiche. In collaborazione con Giuliana Garzone, ha curato i volumi Lingua, mediazione linguistica e interferenza (2004) e L’italiano delle traduzioni (2005), entrambi pubblicati da FrancoAngeli.

##submission.downloads##

Pubblicato

2012-10-25

Come citare

Cardinaletti, Anna. 2012. «Ancora sull’italiano Delle Traduzioni». Altre Modernità, ottobre, 78-86. https://doi.org/10.13130/2035-7680/2462.

Fascicolo

Sezione

Saggi Ensayos Essais Essays