"Narcas". Il ruolo delle donne nel narcotraffico messicano

Autori

  • Luisa Olivi Laureata in Relazioni Internazionali presso l'Università degli Studi di Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/cross-10872

Abstract

Negli ultimi anni il numero delle donne arrestate per crimini legati al traffico di droga è aumentato costantemente, dimostrando la loro partecipazione nelle organizzazioni criminali messicane. Allo stesso modo, il numero di ragazze che hanno confessato di essere affiliate volontariamente ai gruppi di sicari è aumentato esponenzialmente.

Pertanto, quest’articolo ha l’obiettivo di illustrare la crescita delle funzioni che le donne ricoprono all’interno dei cartelli della droga messicani. L’analisi dei loro ruoli segue la filiera di produzione della droga, esaminando il ruolo delle donne nella coltivazione, trasporto, contrabbando e vendita della droga. Inoltre l’articolo prende in esame sia le mansioni svolte dalle donne per lo stoccaggio e protezione dei depositi delle sostanze stupefacenti, sia le donne che entrano a fare parte dei gruppi armati. In particolare, ci si focalizza sulle donne leader del cartello di Sinaloa. È quindi necessario, per meglio comprendere le ragioni profonde della partecipazione delle donne nelle attività criminali, studiare come la narcocultura influenza la società messicana.

 

Parole chiave: donne, narcotraffico, Messico, narcos, cartelli della droga

##submission.downloads##

Pubblicato

2018-11-26