Il riuso sociale dei beni confiscati. Le criticità del modello lombardo

  • Nando dalla Chiesa Professore ordinario Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell'Università degli Studi di Milano

Abstract

Come è gestito in Lombardia il patrimonio dei beni confiscati alle organizzazioni criminali? La tesi che viene sostenuta nell’articolo è che si possa parlare di un modello lombardo, che riflette la storia dei rapporti tra cultura lombarda e fenomeno mafioso. In particolare l'osservatore rileva la rimozione della mafia anche dopo che la mafia è stata punita dallo Stato. E coglie la sostanziale estraneità della Lombardia al senso più profondo della legislazione antimafia e delle sue sfide. Da qui un modello di gestione dei beni fondato sulla rendita invece che sull’impresa sociale.

Parole chiave: Beni confiscati, mafia, Lombardia, rimozione, rendita

Pubblicato
2016-07-19