L’antropologia culturale dei narcos latinoamericani: note sul consumo vistoso

  • Amedeo Paparoni Impiegato in un grande gruppo privato, laureato Unimi

Abstract

I narcos colombiani che hanno dominato il mercato della cocaina dagli anni ’70 fino ai primi anni ’90 e i boss messicani che ne hanno successivamente preso il controllo si sono spesso distinti per i loro consumi vistosi e ostentati. Le storie di consumo elaborate dai potenti baroni della droga possono avere un rilievo sociale e criminale. In alcuni casi si riscontra la precisa volontà di mostrare tramite lussuose abitazioni, zoo privati e automobili di grossa cilindrata il successo sul piano sociale. Altre volte pistole laminate in oro o animali feroci hanno un rilievo socio-criminale in quanto servono ad affermare una contorta forma di potere e machismo nel confronto con gli altri capi dei cartelli. Al fine di comprendere se i consumi vistosi dei boss latinoamericani sono una peculiarità di questa area geografica o se si riscontrano delle analogie in scenari criminali differenti, è opportuno prendere in esame i comportamenti dei boss della Camorra, ovvero dei mafiosi italiani che maggiormente si sono distinti per la tendenza a ostentare i loro consumi.

Parole chiave: Narcos, Consumo vistoso, Lusso, Narcotraffico, Camorra

Pubblicato
2019-06-20