Gli scopi e i principi del processo penale: dagli Zweck und Principien di Franz von Zeiller alle Prinzipienfragen di Friedrich von Savigny

Autori

  • Paolo Rondini Università degli studi di Milano-Bicocca

DOI:

https://doi.org/10.13130/2464-8914/12557

Parole chiave:

diritto penale, rito inquisitorio, criminalistica mitteleuropea, Austria, Prussia

Abstract

L’analisi comparata degli Zweck und Principien di Zeiller e dei Prinzipienfragen di Savigny offre alcuni spunti utili a fare luce sul dibattito che si svolse in seno alla criminalistica mitteleuropea ottocentesca in merito all’opportunità di emendare in senso liberale le forme inquisitorie del deutscher gemeinrechtlicher Strafprozeß. Fu infatti la progressiva acquisizione della consapevolezza che le leggi processuali dovessero assicurare anche i diritti e le libertà individuali a indure molti fra i più importanti esponenti della scienza giuridica di lingua tedesca a schierarsi in favore di una riforma in senso liberale delle modalità di svolgimento dei processi penali.

##submission.downloads##

Pubblicato

2015-12-12

Fascicolo

Sezione

Articoli