Dalla tutela alla disciplina dei migranti: la libertà di emigrazione alla prova della grande guerra

Autori

  • Giulia Di Giacomo Università degli Studi di Milano-Bicocca

DOI:

https://doi.org/10.13130/2464-8914/14884

Parole chiave:

libertà di emigrazione; guerra; Commissariato dell’emigrazione; emigrazione continentale; governo dell’emigrazione.

Abstract

L’articolo esamina la legislazione italiana emanata in tema di emigrazione dal 1901 al 1919, focalizzandosi in particolare sulle disposizioni concernenti l’emigrazione continentale, sia in considerazione della minore attenzione prestata finora a queste norme, sia per evidenziare il forte nesso esistente tra l’attività di tutela degli emigranti e la possibilità di controllare e governare i flussi migratori. Analizzando il susseguirsi degli interventi normativi l’articolo prova a verificare se e in che misura l’incremento dell’attività amministrativa statale rivolta alla tutela degli emigranti abbia progressivamente distorto il carattere liberale della normativa del 1901.

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-12-28

Fascicolo

Sezione

Guerra e pace tra pubblico e privato (Articoli sottoposti a peer review)