Improvvisare la verità. Musica jazz e discorso filosofico

Autori

  • Neri Pollastri Università degli Studi di Firenze

DOI:

https://doi.org/10.13130/2039-9251/6671

Abstract

Improvisation is specific of some arts, like jazz music, but, as a practice, it is part of almost all complex human practices, included the professional ones, because of the role it plays in transforming and developing them. Improvisation plays an important role even in philosophical discourse, whose process is comparable with the jazz music process. However, in both fields a circularity arises, which creates a problem concerning the validity and the normativity of their whole processes. A reflection on the two fields suggests some possible solution paths.

 

Riferimenti bibliografici

ACHENBACH, Gerd, Philosophische Praxis, Dinter, Köln 1994; La consulenza filosofica, tr. it. di R. Soldani, Apogeo, Milano 2004.

BERTINETTO, Alessandro, “Ästhetische Normativität und Improvisation”, Zeitschrift für Ästhetik und Allgemeine Kunstwissenschaft, lix/i, 2014.

–, “Formatività ricorsiva e costruzione della normatività nell’improvvisazione”, in A. Sbordoni (a cura di), Improvvisazione oggi, Libreria Musicale Italiana, Lucca 2014.

CAVADI, Augusto, Filosofia di strada, Di Girolamo, Trapani 2010.

LAHAV, Ran, “Is Philosophical Counseling that different from Psychotherapy?”, Zeitschrift für Philosophische Praxis, i/xciv; “La Pratica Filosofica è così differente dalla Psicoterapia?”, tr. it. di R. Rosso, Phronesis, 23-24, aprile 2015.

MICCIONE, Davide, Ascetica da tavolo, IPOC, Milano 2012.

POLLASTRI, Neri, L’assoluto eternamente in se cangiante. Interpretazione olistica del sistema hegeliano, La Città del Sole, Napoli 2001.

–, Il pensiero e la vita, Apogeo, Milano 2004.

–, “I saperi e la formazione alla consulenza filosofica”, V. Gessa Kurotschka, G. Cacciatore (a cura di), Saperi umani e consulenza filosofica, Meltemi, Roma 2007.

SAUTET, Marc, Un café pour Socrate, Laffont, Paris 1995; Socrate al caffé, tr. it. di M. Lia, Ponte alle Grazie, Milano 1997.

SCHIAFFINI, Giancarlo, E non chiamatelo Jazz, Auditorium, Milano 2011.

SCHöN, Donald Alan, Reflective Practitioner, Basic, New York 1983; Il professionista riflessivo, tr. it. di A. Barbanente, Dedalo, Bari 1993.

–, Educative the reflective practitioner, Jossey Bass, San Francisco 1987; Formare il professionista riflessivo, tr. it. di D. Capperucci, Franco Angeli, Milano 2006.

SPARTI, Davide, Suoni inauditi. L'improvvisazione nel jazz e nella vita quotidiana, Il Mulino, Bologna 2005.

–, Musica in nero. Il campo discorsivo del jazz, Bollati Boringhieri, Torino 2007.

–, Il corpo sonoro. Oralità e scrittura nel jazz, Il Mulino, Bologna 2007.

–, L’identità incompiuta. Paradossi del’'improvvisazione musicale, Il Mulino, Bologna 2010.

ZENNI, Stefano, Storia del jazz. Una prospettiva globale, Stampa Alternativa, Viterbo 2010.

##submission.downloads##

Pubblicato

2015-12-29

Fascicolo

Sezione

Pratiche dell’improvvisazione