Victor Hugo disegnatore: «ciò che ho nell’occhio e soprattutto nello spirito»

Autori

  • Marzia Artusi Università degli Studi di Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/2039-9251/7433

Abstract

Hugo, master of the onirical realm, with his drawings tells of a universe that reveals nature's monstrosities. They are where the poetic realm and visions come together to create a sense of infinity.

Riferimenti bibliografici

Bibliografia

ALEXANDRE, Arsène, La Maison de Victor Hugo, Hachette, Paris 1903.

BAUDELAIRE, Charles, “L’art romantique”, in Œuvres complètes, a cura di C. Pichois, Gallimard, Paris 1975-76, II vol.

FOCILLON, Henri, I disegni di Victor Hugo, tr. it. di G. Guglielmi, catalogo a cura di S. Costa, Edizioni Alfa, Bologna 1983.

GEORGEL, Pierre, “Ritratto dell’artista griffoneur”, in Victor Hugo pittore, catalogo della mostra, Venezia, Galleria d’Arte Moderna Ca’ Pesaro 13 marzo-23 maggio 1993, Mazzotta, Milano 1993.

–, 1850, Le Burg à la croix, Paris Musées, Paris 2007.

HUGO, Charles, “Chez Victor Hugo, par un passant” (1864), in Victor Hugo pittore, catalogo della mostra a Venezia, Galleria d’Arte Moderna Cà Pesaro, 13 marzo-23 maggio 1993, Mazzotta, Milano 1993.

–, “Lettera alla moglie del 6 luglio 1852”, in P. Georgel, 1850, Le Burg à la croix, Paris Musées, Paris 2007.

–, “Lettera a Baudelaire del 29 aprile 1860”, citata in S. Costa, “La contemporaneità dell’opera grafica di Victor Hugo”, in H. Focillon, I disegni di Victor Hugo, tr. it. di G. Guglielmi, catalogo a cura di S. Costa, Edizioni Alfa, Bologna 1983.

–, “Lettera-prefazione del 5 ottobre 1862 all’album Chenay”, in P. Georgel, 1850, Le Burg à la croix, Paris Musées, Paris 2007.

##submission.downloads##

Pubblicato

2016-07-30

Fascicolo

Sezione

Varia