La parola al silenzio. Un rimedio alla parola parlata

Autori

  • Roberta Candia Universita degli Studi di Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/2039-9251/748

Abstract

Il panorama estetico contemporaneo sembra prestarsi ad accogliere ma-nifestazioni artistiche caratterizzate dalla completa estrinsecazione, ver-bale e non, dei significati che veicolano, annullando così l’aspetto simboli-co e misterioso dell’opera d’arte e fornendo ai fruitori interpretazioni preconfezionate della stessa. È il fenomeno del kitsch, che mortifica il potere evocativo dell’arte, trasformandone i prodotti in forme non più che artigianali e in beni di immediato consumo. A questa tendenza cercano di fare fronte, attraverso la potenza granitica del silenzio, alcuni tentativi di pochi ma significativi nomi, legati ad ambiti artistici differenti, con la volontà di restituire vigore e autenticità alla parola abusata, risemantizzandola.

##submission.downloads##

Pubblicato

2010-12-22

Fascicolo

Sezione

Saggi