Uno sguardo sulle ricerche della Missione Archeologica Italo-Siriana a Palmira (PAL.M.A.I.S.)

Autori

  • Gioia Zenoni Università degli Studi di Milano

DOI:

https://doi.org/10.13130/2035-4797/4276

Parole chiave:

Palmira, Siria, scavi, edilizia residenziale, comunicazione archeologica

Abstract

Dal 2007 la Missione Archeologica Italo-Siriana a Palmira (PAL.M.A.I.S.), nata da un accordo fra l’Università degli Studi di Milano e la Direzione Generale delle Antichità e dei Musei di Damasco, opera nel sito di Tadmor-Palmira (Siria) sotto la direzione della prof. Maria Teresa Grassi. Le ricerche, finalizzate allo studio dell’edilizia residenziale privata della città romana attraverso l’indagine di un settore cruciale, il Quartiere Sud-Ovest, sono state supportate da attività sul campo - fra cui lo scavo stratigrafico dell’Edificio con Peristilio, ora interrotto - e dal 2011 si sono concentrate sullo studio dell’architettura e della cultura materiale in vista della pubblicazione finale.

Biografia autore

Gioia Zenoni, Università degli Studi di Milano

Gioia Zenoni ha conseguito il diploma di Specializzazione in Beni Archeologici, curriculum classico, presso l’Università degli Studi di Milano, dove collabora agli scavi e alle ricerche dirette dalla prof. Maria Teresa Grassi sia in Italia, sia all’estero. Dal 2007 è membro della Missione Archeologica Italo-Siriana a Palmira (PAL.M.A.I.S.) occupandosi, fra l’altro, dello studio delle tecniche edilizie.

##submission.downloads##

Pubblicato

2014-08-22

Fascicolo

Sezione

SCAVI e RICERCHE