Sulla rivista

Scopo e ambiti della Rivista

Milan Law Review (MLR) è una rivista giuridica a vocazione multidisciplinare e multilingue, pubblicata con cadenza semestrale in modalità open access. La Rivista rappresenta uno spazio di discussione ed approfondimento aperto e pluralista, che si propone di superare gli steccati che tradizionalmente separano le discipline giuridiche e gli ordinamenti nazionali, promuovendo il dibattito scientifico su un ampio spettro di problematiche, da quelle classiche a quelle più strettamente contemporanee. Nata da un'iniziativa dei tre Dipartimenti afferenti alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Milano, MLR annovera tra i componenti dei propri organi studiosi provenienti da prestigiosi Atenei e Centri di ricerca di tutto il mondo.

 

Frequenza di pubblicazione

La Rivista ha periodicità semestrale.

 

Indicizzazione

La Rivista è indicizzata nella DOAJ (Directory of Open Access Journals).

 

Open Access Policy

La Rivista fornisce accesso aperto e senza restrizioni ai suoi contenuti. Chiunque ha il diritto di scaricare, utilizzare, stampare, distribuire e/o copiare i contenuti pubblicati, nel rispetto della licenza adottata (v. sotto).

 

Licenza Creative Commons

La rivista è distribuita con licenza Creative Commons Attribution - 4.0 International License BY-NC-ND. 

Tale licenza consente di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare il materiale con qualsiasi mezzo e formato, purchè venga espressamente riconosciuta la paternità dell'opera. Non è consentito l'utilizzo per scopi commerciali. Per ulteriori dettagli, clicca qui

Presentando un articolo alla Rivista l'autore ne accetta la pubblicazione in base a tale licenza.

 

Costi di pubblicazione

La rivista non applica Article Processing Charge (APC) né Submission Charge.

 

Archiviazione

L'Università degli Studi di Milano ha un accordo di archiviazione con le Biblioteche Nazionali Centrali di Firenze e Roma nell'ambito del progetto nazionale Magazzini Digitali.

La rivista ha attivato il servizio PKP PN (Preservation Network) per conservare i contenuti digitali attraverso il loro trasferimento al progetto LOCKSS (Lots of Copies Keep Stuff Safe).

 

Misure antiplagio

Gli editor hanno il compito di agire tempestivamente in caso di errori e comportamenti scorretti, accertati o presunti, sia nei confronti dei contributi pubblicati che di quelli ancora da pubblicare. In caso di errori, pubblicazione fraudolenta o plagio, negli articoli pubblicati o durante il processo di pubblicazione, verranno prese le misure appropriate, seguendo le raccomandazioni e le linee guida di di COPE. Le correzioni avverranno con il dovuto risalto, inclusa la pubblicazione di un erratum (errori nel processo di pubblicazione), rettifica (errori degli autori) o, nei casi più gravi, il ritiro del lavoro interessato. I documenti ritirati verranno conservati online e saranno contrassegnati in modo ben visibile come ritrattazione in tutte le versioni online, incluso il PDF, a garanzia di trasparenza verso i lettori. 

 

Informativa sui Diritti

L'autore concede a Milan Law Review il diritto di pubblicare l’opera definitiva entro un anno dalla proposta e quello perpetuo di distribuirla gratuitamente al pubblico su qualsiasi supporto e in qualunque parte del mondo, ivi compresa la comunicazione al pubblico tramite il sito Web della rivista.

L'autore mantiene il diritto di creare opere derivate e di riprodurre, distribuire, eseguire o mostrare pubblicamente la sua opera in occasione di docenze, conferenze o presentazioni, o altre opere di natura scientifica e attività professionali esplicitando la sede di pubblicazione.

L'autore mantiene il diritto di diffondere ad accesso aperto, tramite il proprio sito web o tramite un archivio istituzionale o disciplinare, l’opera dal momento della sua pubblicazione.

L'autore rinuncia, d’accordo con l’Editore, a qualunque eventuale forma di remunerazione accordata dalla normativa nazionale vigente ad autori ed editori per i diritti di reprografia a scopo non di lucro e prestito bibliotecario.

 

Istruzioni per gli autori

Chi desidera proporre un contributo per la pubblicazione sulla Rivista può avvalersi della procedura di submission disponibile su questo sito o in alternativa inviare una email alla Redazione (milanlawreview@unimi.it). 

 

Peer Review

I contributi sono sottoposti ad una procedura di referaggio anonimo (double blind peer review). Il Direttore responsabile, dopo avere svolto una previa valutazione di adeguatezza scientifica del contributo e di pertinenza all’area tematica della Rivista, invia gli stessi contributi, resi anonimi dal Comitato di redazione, al referee da lui scelto nell’ambito di un elenco di referee formato dal Comitato di direzione. Il referee esprime la propria valutazione, di regola, entro 20 giorni dall’attribuzione dell’incarico.

 

Codice etico

La Rivista si è dotata di un proprio codice etico (clicca qui per scaricarlo), redatto tenendo conto delle linee guida definite dal Committe on Publication Ethics (COPE).

 

Luogo di pubblicazione

Milano, via Festa del Perdono n. 7, 20122