INTERFERENZE DELL’INGLESE IN APPRENDENTI DI ITALIANO L2

  • Maria Silvia Rati
  • Serena Stilo

Abstract

L’articolo si sofferma su una tendenza riscontrabile frequentemente in apprendenti con diversa L1 che si trovino ad affrontare prove scritte di lingua italiana L2: dall’analisi di un corpus di 100 elaborati scritti, realizzati durante i Corsi di Lingua e Cultura Italiana presso l’Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria, è emersa la presenza di numerose interferenze dall’inglese, utilizzato come lingua ponte (sono qui per estate vacanze, spenderò le mie vacanze al mare, le casa forniture ‘i mobili della casa’, ecc.). Si tratta essenzialmente di transfer negativi che deviano l’acquisizione corretta delle strutture, amplificando le difficoltà degli apprendenti di L2. In questa sede proporremo una ricognizione di questi fenomeni di interferenza e discuteremo alcune strategie didattiche finalizzate alla risoluzione graduale del transfer.

 

Interference of English in learners of Italian L2

The article discusses a tendency frequently found in learners with different L1 who take written Italian language L2 tests. Based on the analysis of a corpus of 100 written texts collected during courses in Italian Language and Culture at the University for Foreigners “Dante Alighieri” in Reggio Calabria, the presence of numerous interferences from English, used as a bridge language (sono qui per estate vacanze, spenderò le mie vacanze al mare, le casa forniture ‘i mobili della casa’, etc.) emerged. These are essentially negative transfers that divert the correct acquisition of the structures, amplifying the difficulties of L2 learners. We propose a reconnaissance of these interference phenomena and discuss some teaching strategies aimed at a gradual resolution of the transfer.

Pubblicato
2020-06-27
Sezione
ITALIANO LINGUA SECONDA/STRANIERA