LA MEDIAZIONE AL CUORE DELL’APPRENDIMENTO LINGUISTICO PER UNA DIDATTICA 3.0

  • Enrica Piccardo

Abstract

Il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue (QCER) (Consiglio d’Europa, 2001) si è dimostrato uno strumento in grado di favorire l’innovazione metodologica e di contribuire alla riflessione epistemologica nell’ambito dell’educazione linguistica a livello mondiale. Questo contributo presenta alcuni concetti chiave del QCER, in particolare quelli che hanno alimentato la riflessione metodologica e didattica negli ultimi vent’anni, e discute come questi stessi concetti siano stati dei semi importanti che hanno dato impulso ai progressi nell’insegnamento e nell’apprendimento delle lingue a tutti i livelli. Dopo una breve presentazione dei concetti chiave del nuovo CEFR Companion Volume (CEFRCV), che si basa su questi concetti e sul modo in cui questo recente strumento comprenda e vada oltre il QCER, l’articolo si concentra sull’articolazione tra mediazione, plurilinguismo e approccio orientato all’azione per discutere la nuova visione dell’uso e dell’apprendimento della lingua che caratterizza le nostre società complesse. La parte finale dell’articolo discute le implicazioni che il cambiamento di paradigma rappresentato dal QCER ha generato nell’ambito dell’educazione linguistica e il ruolo che i diversi repertori linguistici svolgono a livello individuale e collettivo nei contesti sociali ed educativi.

 

Mediation at the heart of language learning for didactics 3.0

The Common European Framework of Reference for Languages (CEFR) (Council of Europe, 2001) has proved to be a tool able to foster methodological innovation and contribute to the epistemological reflection in language education worldwide. This paper presents some key concepts of the CEFR, in particular those which have nourished the methodological and pedagogical reflection over the last two decades, and discusses how these same concepts represented important seeds that would boost advances in the teaching and learning of languages at all levels.  After a brief presentation of the key characteristics of the new CEFR Companion Volume (CEFRCV), which builds on these concepts, and the way this recent tool encompasses and goes beyond the CEFR, the paper focuses on the articulation between mediation, plurilingualism and the action-oriented approach to discuss the new vision of language use and learning which characterizes our complex societies. The final part of the paper discusses the implications of the paradigm shift represented by the CEFRCV in language education and the role that diverse linguistic repertoires play at the individual and collective level in social and educational contexts. 

Pubblicato
2020-07-20
Sezione
*****