MEDIARE IN “LEICHTE SPRACHE” IN TEDESCO E IN ITALIANO

  • Valentina Crestani

Abstract

Mentre in lingua tedesca sono stati pubblicati negli ultimi anni vari studi sulla leichte Sprache (linguaggio facile da leggere), in lingua italiana non vi sono ancora studi sistematici. Il presente contributo intende porre l’attenzione su questa varietà linguistica, in particolare su:

  • aspetti teorici: le peculiarità della leichte Sprache si riferiscono a: mezzo (testi scritti) e forme di realizzazione (frasi brevi, lessico semplice, utilizzo di immagini ecc.); destinatari primari dei testi (persone con difficoltà di apprendimento e con disabilità cognitive); ambiti d’uso (settori specialistici e non);
  • aspetti pratici: si propone un’analisi esemplificativa di testi in tedesco e in italiano in leichte Sprache sul tema del coronavirus, che è di interesse collettivo.

La redazione di testi in leichte Sprache e il loro utilizzo rientrano in un processo di mediazione testuale e comunicativa: il mediatore agisce per permettere la partecipazione alla comunicazione da parte di gruppi di persone, che diversamente non avrebbero accesso per barriere linguistiche, semantiche e tecniche.

 

Mediating in “leichte Sprache” in German and Italian

While numerous studies on leichte Sprache (‘easy to read language’) have been done in German in recent years, there are still no systematic studies in Italian. The following article aims to draw attention to this linguistic variety. It focuses on:

  • theoretical aspects: the main features leichte Sprache refer to: types of texts (written texts); forms of realization (short sentences, simple vocabulary, use of images, etc.); primary recipients of the texts (people with learning difficulties and cognitive disabilities); areas of use (specialized and non-specialized sectors);
  • practical aspects: through an illustrative analysis of texts in German and Italian in leichte Sprache on coronavirus, a topic of general interest.

The writing of texts in leichte Sprache and their use are part of a process of textual and communicative mediation: the mediator acts to promote the participation of people in communication. These people would otherwise not have access to knowledge due to linguistic, semantic and technical barriers.

Pubblicato
2020-07-20
Sezione
*****