L1 E TRADUZIONE DIDATTICA NEL TEACHER TALK DEGLI INSEGNANTI DI ITALIANO E DI INGLESE COME LINGUE STRANIERE PER SCOPI SPECIALISTICI

Autori

  • Darja Mertelj

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-3597/15076

Abstract

Nelle ricerche glottodidattiche di lingue straniere/seconde relativamente scarsa l’attenzione è indirizzata alla ricerca empirica del teacher talk, il parlato degli insegnanti usato in classe, particolarmente scarsa risulta quella riferita al parlato degli insegnanti di lingue straniere per obiettivi specialistici. Inoltre, in quest’ambito le ricerche sull’utilizzo intenzionale di L1 e della traduzione didattica tra gli insegnanti di LSsp sono quasi inesistenti. Pertanto, il presente studio si premette di indagare sull’uso di L1 e traduzione didattica, in base all’analisi qualitativa in classi ‘italiane’ e ‘inglesi’ osservate, mirando in particolare alle differenze tra gli insegnanti d’italiano e d’inglese, e agli usi di traduzione didattica come tecnica per sviluppare competenze produttive nei generi testuali della LSsp. Gli esiti ci inducono alla conclusione che la traduzione didattica si usa occasionalmente, per la precisazione terminologica in entrambe le lingue, invece le modalità ‘sussurrate’ tra le insegnanti d’italiano LSsp suggeriscono più disagi rispetto alle colleghe d’inglese. In comune a entrambi gruppi di docenti osservate è una forte tendenza a non usare la Traduzione didattica o L1, neanche come sostegno per far imparare a scrivere generi settoriali.

 

L1 and didactic translation in the teacher talk of teachers of Italian and English as foreign languages for special purposes

In foreign/second language teaching research, relatively little attention is paid to empirical studies on teacher talk, i.e. FL teachers’ speech used in the classroom, and even fewer analyses refer to the teacher talk of FL teachers for specific purposes. Furthermore, research on the intentional use of L1 and pedagogical translation (PT) among FLsp teachers is almost absent. Therefore, the present study investigates the use of L1 and pedagogical translation based on qualitative analyses of observations in 'Italian' and 'English' classes that focus in particular on differences between teachers of Italian and English, as well as on the uses of pedagogical translation as a technique to develop productive skills in professional genres. The results lead to the conclusion that pedagogical translation is used occasionally, mainly for terminological clarifications in both languages, however the ‘whispered’ modalities of L1 use among Italian LSsp teachers seem to indicate greater insecurity with respect to English colleagues. Both groups of FLsp teachers displayed strong tendencies to avoid using L1 and PT, not even as support in learning to write in professional genres.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-01-24

Fascicolo

Sezione

QUADERNI DI ITALIANO LINGUADUE 4