LA VALORIZZAZIONE DELLE OPERE LETTERARIE, COME FONTE SPECIALE STORICA E CULTURALE, NELL’INSEGNAMENTO-APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE NELL’AMBITO DELL’APPROCCIO MULTICULTURALE DELL’EPOCA MODERNA: IL CASO DELL’ITALIANO IN GRECIA

Autori

  • Georgia Milioni
  • Athanasia Drakouli
  • Sofia Mamidaki

DOI:

https://doi.org/10.13130/2037-3597/15097

Abstract

Per molti secoli, le opere letterarie hanno rappresentato una delle fonti valide da cui attingeva la scienza della storiografia dell’occidente. Dopo il 19° secolo, avvalendosi di strumenti metodologici pari a quelli usati nelle altre scienze (antropologia, archeologia ecc), la storiografia ha definito le fonti scritte come quelle più oggettive e valide per la ricerca, superando così  gli altri generi di testimonianze. Ciò nonostante, vi sono alcuni  esempi (pochi, ma significativi) in cui opere di letteratura vengono usate come preziosi strumenti di storia, in didattica. Nell’ambito della lezione di lingua e in particolare di quella straniera (sia come L2 che come LS), ripercorrere le opere letterarie usate come materiale didattico, in passato avrebbe costituito una validissima fonte di ricostruzione del trascorso storico dell’insegnamento della lingua studiata, mentre il suo utilizzo in qualsiasi momento avrebbe costituito un eccezionale manuale di attività didattica, tramite cui affrontare non solo la sostanza, ma anche la qualità di un insuperabile testimone dello sviluppo di un Paese e del suo popolo (evidenziando anche, dove è possibile, aspetti legati all’interazione tra la cultura e la storia locali e quelle della lingua target).

 

The valorization of literary works, as a special historical and cultural source, in the teaching-learning of foreign languages within a multicultural approach in the modern era: the case of Italian in Greece

For many centuries, literary works represented one of the valid sources from which the science of historiography in the West was based. After the 19th century, using methodological tools similar to those used in other sciences (anthropology, archaeology, etc.), historiography has defined written sources as the most objective and valid for research, thus surpassing other genres of evidence. Nevertheless, there are some examples, (few, but significant) in which works of literature are used as valuable tools of history, in teaching. In the context of the language lessons and in particular of foreign languages (both as L2 and FL), retracing the literary works used as teaching material in the past would have constituted a very valid source of reconstruction of the historical past for teaching the language being studied. Its use at any time would have constituted an exceptional teaching manual for addressing not only the substance, but also the unsurpassable witness of the development of a country and its people, ( highlighting, where possible, aspects related to the interaction between the local culture and history and those of the target language).

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-01-24

Fascicolo

Sezione

QUADERNI DI ITALIANO LINGUADUE 4